Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Crisi alimentare in Etiopia

A causa di una gravissima siccità, l’Etiopia sta vivendo il peggior disastro naturale degli ultimi 50 anni. Milioni di bambini rischiano la fame a causa della grave e crescente crisi alimentare. Oltre 10 milioni di persone, inclusi 5.4 milioni di bambini, hanno bisogno di assistenza alimentare.
 

L’assenza prolungata delle piogge ha infatti duramente colpito la produzione di cibo e di beni di prima necessità; i pozzi si sono prosciugati, i terreni agricoli sono stati devastati e gran parte del bestiame è andato perduto. 2.1 milioni di persone hanno urgentemente bisogno di acqua pulita e oltre 400.000 bambini sono già a rischio di grave malnutrizione. La malnutrizione provoca un aumento della diffusione di malattie quali diarrea, morbillo, scabbia e polmonite che possono rivelarsi mortali.

 

Le famiglie sono costrette ad abbandonare le proprie case, affrontando lunghi viaggi in cerca di cibo e acqua, proprio a causa di questi spostamenti 1.3 milioni di bambini hanno dovuto abbandonare la scuola, in molto sono costretti a lavorare per aiutare la propria famiglia o a camminare per ore ogni giorno alla ricerca di acqua.
 

Con più dell'80% della popolazione che dipende dall'agricoltura, l’assenza delle piogge e quindi del raccolto avrà un effetto devastante sulla sicurezza alimentare e il futuro di milioni di famiglie.

 

 

 

Save the Children sta intervenendo in 60 dei distretti più colpiti, fornendo cibo, acqua, medicine, distribuendo semi e mangimi per il bestiame, identificando e trattando i casi di malnutrizione acuta, e dando supporto alle famiglie che hanno perso le loro fonti di sostentamento.

 

Ad oggi sono più di 2.5 milioni le persone che abbiamo raggiunto, di queste oltre 1.5 milioni sono bambini, ma il nostro obiettivo è quello di intensificare la nostra risposta per soddisfare le crescenti esigenze delle famiglie colpite da questa crisi.
 

Contemporaneamente, viste le alluvioni che si sono verificate in alcune aree stiamo intervenendo anche a livello igienico per evitare la diffusione di malattie.
 

Oggi più che mai la nostra risposta ha un valore preziosissimo. Dobbiamo intervenire subito per fare la differenza. E’ per questo che abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno.

 

Dona ora al Fondo Emergenze per i bambini dell’Etiopia.

 

Dona ora al Fondo Emergenze

 

Sei un'azienda? Contribuisci al Fondo Emergenze per Aziende