Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Pubblicazioni

Bambine senza parola - Il diritto all'educazione per le bambine nei paesi in guerra

Bambine senza parola - Il diritto all'educazione per le bambine nei paesi in guerra

È difficile mandare i bambini a scuola in tempo di guerra, ma per le bambine lo è ancora di più. Dei 77 milioni di bambini che non vanno a scuola, il 57% sono bambine. Nei contesti di conflitto la situazione si aggrava: la frequenza scolastica delle bambine spesso è osteggiata a casua dell’aumento dei lavori domestici loro affidati, o quando la strada da percorrere per andare a lezione è troppo pericolosa. Le ragazze possono inoltre essere vittime di omicidi, torture, schiavitù sessuale, stupro e arruolamento forzato.