Per Bolton l'educazione è motore del futuro

Il Gruppo Bolton è al nostro fianco dal 2013 ed ogni anno rafforza il proprio impegno garantendo un’istruzione di qualità ad un numero sempre maggiore di bambini e ragazzi in Italia e nel mondo. Dal 16 agosto fino al 27 dicembre, l’azienda lancia una nuova iniziativa “Fai la differenza con il tuo bucato” attraverso il proprio brand Omino Bianco.

La campagna rafforza il sostegno al programma “Fuoriclasse” contro la dispersione scolastica, facendo la differenza per molti bambini e ragazzi tramite la riqualificazione di tre biblioteche scolastiche presso gli Istituti Comprensivi Console Marcello e Via Val Lagarina di Milano, spazi fondamentali per stimolare il loro apprendimento e la motivazione ad andare a scuola.

Questa attività consolida il sostegno al progetto “Fuoriclasse” di Milano e Bari, che nel corso degli anni ha già permesso di coinvolgere 30 scuole e 1.800 studenti con attività di accompagnamento allo studio, laboratori motivazionali e ludico-ricreativi in orario scolastico ed extrascolastico, campi scuola, percorsi di formazione per docenti e genitori, rafforzando l’interesse dei ragazzi verso lo studio, aumentando il loro senso di appartenenza e di partecipazione alla scuola e consolidando il ruolo di tutta la comunità educante nel contrasto alla dispersione scolastica.

Inoltre dal 2016 l’azienda ha deciso di sostenere anche il progetto pilota delle Borse di Studio Fuoriclasse per 20 ragazzi di Torino con l’obiettivo di supportare e accompagnare gli studenti durante i primi due anni di scuola secondaria di secondo grado. Il programma prevede cinque azioni rivolte agli studenti, alle loro famiglie e ai loro insegnanti: tutoraggio educativo, accompagnamento allo studio, volontariato presso il centro educativo fuoriclasse, monitoraggio con le scuole di appartenenza, raccordo con le famiglie.

Le Borse di Studio mirano a dare un reale supporto ai percorsi di studio e di preparazione professionale che i ragazzi scelgono di intraprendere dopo le scuole secondarie di primo grado, con il fine di avvicinarli sempre più al futuro che hanno sempre sognato.

“Vorrei aprire un mio salone di bellezza a Milano, la città della moda. Lavorare durante le sfilate sarebbe bellissimo, mi piacerebbe vivere il backstage lavorando per la bellezza, nel trucco e nelle acconciature delle modelle. Sarebbe il mio sogno”. La testimonianza di una beneficiaria della borsa di studio.

Scopri di più su Fuoriclasse.

la dispersione scolastica a torino