Giornata Mondiale del libro, come celebrarla in tempo di coronavirus

Parete bianca sui cui sono disegnati libri con le ali

Ogni anno il 23 aprile ricorre la Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore, nata per valorizzare l’importanza della lettura come elemento di creatività e crescita personale e collettiva, e celebrata oggi in tutto il mondo.

Il libro e la lettura rappresentano un mezzo indispensabile di approfondimento e di conoscenza di noi stessi, degli altri e del mondo, e soprattutto nei periodi di incertezze e precarietà ci aiutano a guardare avanti fiduciosi.

Per valorizzare l’importanza di questa Giornata abbiamo chiesto un contributo Presidente del Forum del libro, Maurizio Caminito, Associazione partner del nostro Progetto Futuro Prossimo sostenuto dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

perché è importante leggere: Il video di Aldo Addis

Nel video Aldo Addis, dell'Associazione Forum del Libro, racconta perché è importante promuovere la lettura.

La nascita della Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore


L’idea di celebrare la Giornata Mondiale del libro è nata in Catalogna più di 400 anni fa. Fu scelto il 23 aprile perché è il giorno in cui morirono nel 1616 due scrittori considerati i pilastri della cultura universale: Miguel de Cervantes e William Shakespeare. Don Chisciotte, Amleto, Otello, Re Lear, sono tutti personaggi che prendono forma dal genio di questi due scrittori e che, da allora, ci sono familiari.

La tradizione catalana vuole che proprio nello stesso giorno, in cui si celebra San Giorgio, ogni uomo doni una rosa alla sua donna. Così ancora oggi i librai della Catalogna usano regalare una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile. E a Barcellona la tradizionale passeggiata per le Ramblas che invade di banchetti pieni di libri e di rose era uno degli eventi più suggestivi dell’anno. Quest’anno mancherà naturalmente questo aspetto della festa in città, e il dono della rosa sarà virtuale e avrà un particolare significato di solidarietà verso chi sta soffrendo.

Giornata mondiale del libro: iniziative 2021

Anche in tempo di coronavirus, in Italia saranno molte le iniziative per festeggiare la Giornata Mondiale del libro pur restando a casa. E tutte intendono sottolineare il valore e l’importanza della lettura, soprattutto tra i più giovani. Ecco alcune delle proposte più interessanti.

Torna "Il Maggio dei Libri", ideato dal Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura, e sulla cui piattaforma sarà possibile consultare la banca dati delle manifestazioni in programma in tutta Italia che prendono avvio proprio il 23 aprile.

L’edizione speciale di quest'anno celebra l’importante anniversario dantesco che ricorre nel 2021, a settecento anni dalla morte del Sommo Poeta: quest’anno sceglie come ideale guida tematica "Amor…", richiamando con un’unica parola la centralità del sentimento nell’opera di Dante e il profondo legame che unisce ogni lettore ai libri a lui più cari. 

Il Maggio dei Libri coinvolge in modo capillare enti locali, scuole, biblioteche, librerie, festival, editori, associazioni culturali e i più diversi soggetti pubblici e privati.

Per la sua undicesima edizione, dal 23 aprile, Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, al 31 maggio, Il Maggio dei Libri invita a seguire uno dei tre filoni tematici, che riprendono la parola chiave del tema e la completano con tre famose citazioni dantesche.

  • "Amor... ch'a nullo amato amar perdona" è dedicato all’amore nel senso più classico del termine e alla sua accezione più sociale e di apertura verso l’altro. I generi possibili? Anzitutto la poesia, capace di elevare al massimo grado i sentimenti, ma anche la narrativa in prosa e qualunque libro tocchi le corde più profonde dell’animo.
  • "Amor... che ne la mente mi ragiona" è legato all’intelletto, è la passione per la razionalità e la conoscenza, le stesse che avevano spinto Ulisse a intraprendere i suoi viaggi: ecco allora il filone perfetto per esplorare il genere del reportage e quello giornalistico, le forme contemporanee di narrazione che più rispondono al bisogno di conoscere e interrogarsi sul presente e i suoi continui mutamenti.
  • "Amor... che move il sole e l’altre stelle" richiama la concezione dantesca di amore universale, inizio e fine di tutto. E questo filone è pensato per dare risalto a riflessioni di filosofia, religione, psicologia, divulgazione scientifica e salvaguardia ambientale, interpretando l’amore come desiderio di conoscenza, cura e tutela di ciò che ci circonda.


Non ci riesta che augurare a tutte e tutti una buona lettura!


Tutti gli articoli sul Coronavirus:

I nostri consigli per genitori, insegnanti e studenti.

Emergenza Coronavirus Italia: scopri cosa abbiamo fatto fino ad ora con i fondi raccolti.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche