Tanti bambini come Alvira hanno ancora bisogno del nostro aiuto

Ti vogliamo raccontare la storia di Alvira, una bimba nata nel villaggio di Chokwe, in Mozambico.

A soli 7 mesi, la piccola ha iniziato a star male. Ha perso l’appetito e smesso di mangiare. Il suo corpo, e in particolare il viso, si è ricoperto di un edema, segno che nella sua alimentazione mancavano le proteine necessarie al fabbisogno giornaliero.

Era sempre più debole e Gilda, sua madre, non sapeva cosa fare fin quando un giorno non ha deciso di portarla al centro sanitario del distretto di Guijá, dove le è stata diagnosticata la malnutrizione acuta.

Lì la piccola è stata accolta da Rosa, un’infermiera di 23 anni appositamente formata da Save the Children per intervenire in casi come questo. Il primo trattamento che Rosa le ha somministrato è stato a base di latte terapeutico, sale ferroso e antibiotici.

Noi chiamiamo il latte terapeutico “alimento salvavita” perché anche nei casi più difficili è un alleato speciale, in grado di far recuperare peso in poche settimane e salvare dalla malnutrizione milioni di vite.

“Se Alvira non avesse ricevuto la giusta terapia sarebbe potuta morire”, racconta mamma Gilda, “ora invece sta bene e non pensavo potesse migliorare così rapidamente!”.

Ci sono, però, tanti altri bambini meno fortunati nel mondo che aspettano ancora una cura.

Donando 9, 15 o 30 euro al mese potrai assicurare a tanti bambini come Alvira cibo, acqua pulita, cure mediche e istruzione.

Pensa che con 15 euro al mese puoi curare con una terapia di reidratazione orale 7 bimbi affetti da diarrea in Mozambico e con 30 euro al mese puoi garantire un trattamento completo di latte terapeutico a 4 bambini affetti da malnutrizione acuta. Diventa un donatore "Io Save the Children"!