Petizione spazi sicuri

Vogliamo spazi e scuole in sicurezza per tutti i bambini in Italia.

Chiediamo il recupero di spazi ora abbandonati, da restituire subito all'infanzia e scuole sicure per tutti.

Firma adesso!

29.324 hanno firmato. Arriviamo a 30.000

Firmando ora dichiaro di essere maggiorenne

I campi contrassegnati da sono obbligatori

Gli ultimi firmatari

  • Mariangela B.
  • Simona S.
  • Marianna M.
  • Frida G.
  • Daniele Z.
  • monica f.
  • Giulia F.
  • Dario N.
  • Dania F.
  • Veronica D.
Petizione Save the Children Spazi e scuole sicuri

Abbiamo lanciato questa petizione per chiedere che il Parlamento stanziasse le risorse economiche necessarie per restituire ai bambini gli spazi pubblici abbandonati e approvasse con urgenza una legge sulla sicurezza scolastica.

Grazie al lavoro di pressione che abbiamo svolto assieme a Cittadinanzattiva, il 24 ottobre 2019 è stato presentato alla Camera dei Deputati un progetto di legge sulla sicurezza scolastica sottoscritto da tutte le forze politiche e in linea con le nostre richieste. Il testo è però ancora pendente davanti alla Commissione Cultura della Camera, a cui chiediamo di calendarizzarne al più presto la discussione. 

Inoltre, ad aprile 2021 è stato varato il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che prevede significativi investimenti sia per la rigenerazione urbana che per la sicurezza e qualità degli ambienti di apprendimento.  Ora che questi fondi sono stati stanziati, chiediamo che il Parlamento ne monitori l’utilizzo, perché è importante che i fondi destinati alle periferie e alle scuole vengano spesi in via prioritaria per assicurare più opportunità ai bambini e alle bambine, altrimenti le cose non cambieranno.

Continuiamo il nostro lavoro di pressione sulle istituzioni e tu puoi essere al nostro fianco!

Cosa chiediamo in concreto con la tua firma

Chiediamo al Parlamento di:

1. RESTITUIRE AI BAMBINI GLI SPAZI PUBBLICI ABBANDONATI, ASSICURAndo IL BUON UTILIZZO DELLE RISORSE ECONOMICHE STANZIATE.

 

Monitorare, anche attraverso la partecipazione attiva dei giovani, che l’utilizzo dei fondi stanziati nel PNRR per la rigenerazione urbana venga destinato al recupero ecosostenibile degli spazi pubblici abbandonati per restituirli a bambini, bambine e adolescenti delle periferie educative. Gli spazi pubblici abbandonati devono diventare luoghi sicuri, accessibili, belli e sostenibili, dove offrire attività sociali, culturali ed educative gratuite per bambini e adolescenti.

2. SBLOCCARE IN COMMISSIONE ALLA CAMERA LA LEGGE SULLA SICUREZZA SCOLASTICA PROGETTATA NEL 2019 E ANCORA FERMA

 

Adottare una legge sulla sicurezza scolastica, intesa come la combinazione degli elementi di sicurezza strutturale e antisismica, urbanistici, architettonici, ma anche di abitabilità, salubrità, comfort, assenza di barriere architettoniche e delle misure di prevenzione, protezione e soccorso in caso di emergenze naturali per assicurare protezione a tutti i bambini.

La povertà educativa ed economica in italia

L’Italia è un paese “vietato ai minori”. Mentre il numero dei bambini in povertà assoluta è triplicato negli ultimi 10 anni dal 3,7% al 12,5%, la spesa pubblica a loro destinata continua a rappresentare una quota marginale degli investimenti.

Dal nord al sud del Paese, ogni giorno i bambini sono costretti a frequentare spazi abbandonati dove giocare e scuole prive di qualsiasi manutenzione ed esposte a rischi. La nostra esperienza sui territori ci racconta della mancanza di scuole sicure e spazi a misura di bambino, pensati per loro e adatti ad assicurare protezione, dove sviluppare competenze e talenti necessari per far decollare il proprio futuro, da Palermo, a Napoli, Roma, Torino, fino a Udine. Questo spesso succede proprio nei territori più marginali, dove la possibilità di studiare e svolgere attività artistiche, culturali e ricreative in spazi sicuri e ecosostenibili può spezzare la spirale di povertà in cui tanti bambini vivono.