Educazione inclusiva e sviluppo della prima infanzia in Malawi

Perché

I primi 1.000 giorni di vita di un bambino sono fondamentali per il suo sviluppo cognitivo e l’accesso ai servizi di educazione prescolare è fondamentale per garantire il suo pieno potenziale. Ancora oggi nel mondo sono troppi i bambini esclusi dalla scuola a causa di fattori quali la povertà, la malnutrizione, l’accesso ai servizi educativi e a quelli di salute. I bambini più esclusi dal sistema scolastico sono quelli nella fascia d’età 0-6, infatti in Malawi solo il 45% dei bambini accede alla scuola prescolare, mentre i bambini con disabilità sono ancora più marginalizzati con solo il 5% di iscritti alla scuola a livello nazionale. Infine, la maggior parte dei centri prescolari si trovano in aree urbane o semi-urbane, mentre l’80% della popolazione vive in zone rurali dove i servizi sono limitati. 

Che Cosa

Lo scopo del progetto è quello di promuovere l’accesso equo alla scuola prescolare per garantire un’educazione e un passaggio senza difficoltà alla scuola primaria per tutte le bambine e ai bambini, in particolare quelli con bisogni speciali, disabilità, quelli provenienti da famiglie vulnerabili e quelli emarginati a causa di discriminazione di genere o stigmatizzati perché affetti da malattie come l’HIV/ AIDS. Questo intervento va oltra la creazione dell’accesso alla scuola, ma il nostro staff sul campo è impegnato a seguire i piccoli studenti per rafforzare la loro preparazione scolastica, stimolandoli con attività ludiche e di apprendimento, monitorando a fine anno i livelli i loro livelli di apprendimento. 

Attività principali e alcuni risultati raggiunti 

  • Abbiamo procurato e distribuito 46 biciclette a 34 mentori e 12 membri del network governativo ECD, così da permettere loro di condurre efficacemente le attività di monitoraggio nell’ambito dei servizi di cura del bambino su base comunitaria.

  • Abbiamo condotto due sessioni di formazione per 80 operatori che hanno potuto continuare il loro percorso di apprendimento e sviluppo professionale con un focus specifico sullo sviluppo della prima infanzia.

  • Abbiamo distribuito diversi utensili da cucina in tutti i nostri 143 Centri comunitari per la prima infanzia, tra i quali pentole, piatti, tazze e contenitori per il sapone; questa attività mira a migliorare oltre che la nutrizione a scuola, le pratiche igieniche e di sanificazione in ottica di prevenzione al Covid-19.

  • 230 genitori e tutori sono stati formati sulla produzione di materiali di apprendimento e di gioco inclusivi attraverso l’utilizzo di materiali locali.

  • Nonostante le restrizioni dovute al Covid-19, abbiamo potuto effettuare 115 visite a domicilio, producendo effetti positivi nella comunità, tra cui l’iscrizione a scuola di 156 bambini con disabilità.

*I dati qui pubblicati si riferiscono al periodo che va dall'inizio del progetto all'ultimo aggiornamento disponibile.