Rafforzamento dei sistemi di salute comunitari (SCHS)

Perché
Nonostante negli ultimi anni siano stati fatti progressi in ambito di salute infantile, un gran numero di bambini continua a morire inutilmente a causa di malattie prevenibili e curabili. In Malawi i bambini a rischio di mortalità per infezioni comuni sono ancora troppi, così come i neonati che muoiono prima di compiere il loro primo mese di vita. Le principali cause di mortalità sotto i cinque anni in Malawi sono la malaria (13%), l'Aids (13%), la polmonite (11%), la diarrea (7%) e le complicazioni neonatali (31%). Le principali cause di morti neonatali in Malawi sono dovute a: infezioni (26%), asfissia (26%) e nascita pre-termine (32%).

Inoltre, seppure la mortalità materna sia diminuita negli ultimi dieci anni, le madri che continuano a morire per cause legate alla gravidanza o al parto sono 510 su 100.000 nati vivi. Questo avviene perché i servizi sanitari e quelli di pianificazione familiare non sono garantiti a tutti. La pianificazione familiare, in particolare, permette alle donne di ritardare la loro prima gravidanza e intervallare le altre in modo più sicuro, così da ridurre i rischi sia per le madri che per i bambini e dare maggiori opportunità di istruzione e occupazione alle donne.  

Che cosa
Nei quattro distretti del progetto 866.058 persone in totale vivono in aree difficili da raggiungere, situate a più di 5 km dalle strutture sanitarie. La salute di queste famiglie dipende dai servizi sanitari che offrono gli operatori sanitari di comunità attraverso le cliniche del villaggio o le visite a domicilio. Il nostro intervento mira ad ampliare questi servizi, migliorarne la qualità, garantirne la disponibilità e l’accesso con particolare attenzione a mamme e bambini, integrando la pianificazione familiare. L’intervento vuole inoltre aumentare la conoscenza e l’utilizzo delle corrette pratiche igienico-sanitarie di base, favorendo la crescita della domanda di servizi sanitari da parte delle comunità locali e creando un ambiente sociale favorevole e a supporto del rafforzamento del sistema sanitario e dei servizi di salute materno-infantile.  

Prevede inoltre la formazione di personale medico adeguato e dei membri della comunità in modo che siano in grado di provvedere ai servizi di base per la salute materno-infantile.

Alcune attività del progetto 

  • Formazione del personale sanitario sulle principali nozioni di salute materno-infantile (gestione delle complicazioni neonatali, assistenza durante la gravidanza, il parto e nel periodo post-partum). 
  • Introduzione di attività di pianificazione familiare a disposizione delle comunità grazie alla presenza di operatori sanitari formati. 
  • Fornitura di materiale medico per gli operatori sanitari, comprendente bilance, schede di registrazione, borse, termometri, medicine di base, timer per controllare la respirazione dei neonati ecc.
  • Mobilitazione delle comunità nell’identificare le priorità e gli interventi necessari per abbattere le barriere sanitarie e permettere a tutti di accedere alle cure. 
  • Promozione di un cambiamento positivo nelle comunità attraverso un forte lavoro all’interno delle comunità stesse, per accrescere la comprensione e l’adozione di corrette pratiche igienico-sanitarie.

Alcuni risultati raggiunti 

  • 47.196 bambini hanno ricevuto il test sulla malaria e 2.361 casi gravi sono stati indirizzati alle strutture sanitarie.
  • 114 assistenti sanitari hanno partecipato a corsi di aggiornamento. 

  • 231 madri sono state assistite durante il parto da un operatore sanitario. 

  • In collaborazione con il Ministero della Salute del Malawi abbiamo fornito le cure necessarie a 153.379 bambini. 

*I dati qui pubblicati si riferiscono al periodo che va dall'inizio del progetto all'ultimo aggiornamento disponibile.