Risposta all’insicurezza alimentare in Somalia

La Somalia è uno dei luoghi più poveri del mondo, che sconta decenni di instabilità, turbolenze politiche, e violenze condotte da gruppi armati in molte aree del paese. Anni di conflitto armato caratterizzati da gravissimi crimini e violazioni dei diritti umani hanno costretto milioni di persone a cercare rifugio all’estero, in campi profughi sovraffollati nei paesi confinanti. Alla fine del 2016 il conflitto e la crisi alimentare avevano portato a più di 1 milione il numero di sfollati interni al paese. 

Che cosa

In Somalia assicuriamo l’accesso a servizi di salute e nutrizione salvavita nelle zone maggiormente colpite dalla siccità. Oltre alle cure emergenziali dirette per i bambini malnutriti, contrastiamo la malnutrizione attraverso servizi di counselling e formazioni per giovani madri in materia di nutrizione.

Lavoriamo inoltre per la protezione dei più piccoli; coinvolgiamo le comunità per migliorare i servizi di protezione esistenti e forniamo supporto psicologico, aiuto legale e attività informali per i bambini.

Le principali attività e alcuni risultati raggiunti

Nutrizione: nel Somaliland abbiamo effettuato dei controlli sullo stato nutrizionale e sullo sviluppo di 2,588 bambini al di sotto dei 5 anni. 139 di questi sono risultati gravemente malnutriti e 430 soffrono di malnutrizione acuta moderata. Abbiamo fornito loro il Plumpynut come trattamento per la malnutrizione. Inoltre 1.362 donne incinta o in allattamento sono state controllate riguardo il loro stato di salute, di queste 187 soffrivano di malnutrizione acuta moderata e sono state quindi ammesse ai programmi di nutrizione.

Wash: nel Somaliland abbiamo raggiunto 9.420 persone in 6 villaggi con rifornimenti di acqua potabile. Abbiamo iniziato la costruzione di 3 cisterne per la raccolta dell’acqua piovana. Abbiamo condotto in 7 villaggi delle formazioni riguardo la gestione dell’acqua e l’igiene, a cui hanno partecipato 56 membri delle comunità. Abbiamo raggiunto 7.620 beneficiari in 15 villaggi nel Tahel e Hudun con camion di acqua potabile, per un totale di 800m3. Nel Puntland abbiamo distribuito 1.500 kit per l’igiene. Nella Somalia centro meridionale abbiamo distribuito 300 kit per l’igiene. Abbiamo inoltre distribuito 10.000 litri di acqua potabile nei villaggi maggiormente colpiti. Abbiamo completato la costruzione di 18 latrine all’ospedale di Baidoa.

Salute: nel Somaliland abbiamo fornito le cure necessarie a 1.756 bambini con differenti malattie,

30 sono stati vaccinati contro il morbillo, 185 sono stati curati per la diarrea, 68 hanno ricevuto il vaccino pentavalente e 229 il supplemento di vitamina A. Nel Puntland 1.223 persone hanno beneficiato di servizi primari di salute (588 bambini e 635 adulti). 201 persone hanno ricevuto le cure necessarie per la diarrea e 133 per la diarrea acuta. 22 persone sono state curate per la malaria, 108 per la polmonite, 144 bambini hanno ricevuto i supplementi di vitamina A e Zinco. Nella Somalia centro meridionale sono stati individuati e trattati 105 casi di colera. 292 bambini sono stati vaccinati contro il morbillo. 208 hanno ricevuto il vaccino trivalente.

Protezione: abbiamo stabilito dei comitati comunitari per identificare i bambini bisognosi di protezione all’interno delle comunità.

*I dati qui pubblicati si riferiscono al periodo che va dall'inizio del progetto all'ultimo aggiornamento disponibile e si riferiscono all'intervento globale di Save the Children.