La storia di Sabita

Sabita era incinta di otto mesi e si trovava a casa da sola quando un devastante terremoto ha colpito il Nepal il 25 aprile 2015. E’ fuggita prima che tutto intorno a lei crollasse, il suo unico pensiero era rivolto alla figlia che portava in grembo e al loro futuro. Sabita è riuscita a mettersi in salvo, ma ha perso tutto.

“Nonostante la sofferenza, la paura e la distruzione intorno a noi, sono riuscita ad arrivare nella clinica di emergenza di Save the Children: la presenza di un medico e di un’infermiera mi ha rassicurato”

Proprio lì è nata sua figlia Phurpu, che abbiamo visitato più volte nel corso dell’anno per controllare che stesse bene.

Con la tua donazione potrai aiutare
tante persone come Sabita.

Dona ora

oppure chiama il numero verde 800 98 88 72 (tutti i giorni dalle 9 alle 21).