Amadou, un giovane migrante, ha affrontato un lungo e pericoloso tragitto per arrivare in Italia e proprio quando pensa di essersi lasciato alle spalle la fatica e le insidie del viaggio e di essere approdato in un luogo sicuro, si trova nuovamente esposto a rischi e difficoltà perché nessun Paese è disposto ad offrirgli la dovuta accoglienza e protezione.

Abbiamo immaginato provocatoriamente di lanciare un programma di assistenza ai minori non accompagnati che prevede di dare loro un futuro nello spazio. Amadou vorrebbe rimanere sulla Terra ma, di fronte alla barriere incontrate, sceglie di prepararsi come un vero e proprio astronauta per affrontare il viaggio nello spazio, “ultimo rifugio” simbolico in cui non esistono né muri né barriere.

Scopri come supportare la campagna

The Space Migrant è una campagna di sensibilizzazione sul dramma di milioni di minori migranti e rifugiati che fuggono da conflitti, violenze o povertà, spesso da soli, e sono costretti a scontrarsi con una realtà in cui, una volta lasciato il proprio Paese, per loro troppo spesso non c’è posto in nessun altro luogo, dove hanno difficoltà a ricongiungersi con le proprie famiglie, dove spesso rischiano di finire nelle mani di sfruttatori senza scrupoli. Dove diventano invisibili perché non riescono a trovare un luogo sicuro o perché le istituzioni non riescono a difenderli dai pericoli.