È possibile ricordare le persone che più ami nel testamento e nel contempo fare un dono a Save the Children. 


Puoi destinare una somma di denaro, un bene mobile, immobile, una polizza vita, il TFR o l'intero patrimonio.

Le principali forme di testamento previste dall’ordinamento italiano sono due:

Testamento olografo

Consistente in un semplice foglio di carta che deve essere:  scritto a mano dal testatore (con penna) e da lui stesso datato (giorno, mese e anno)e firmato (nome e cognome).
I tre requisiti sono necessari al fine di rendere valido il testamento. 

Testamento pubblico

Laddove il testatore detta le sue volontà ad un notaio in presenza di due testimoni. Il testamento riporta l’indicazione del luogo e della data e viene firmato dal notaio, dal testatore e dai testimoni.

Altre forme di sostegno

Polizza

Una modalità che viene sempre più utilizzata per beneficiare enti o persone, è la stipula di una polizza vita con l'indicazione del beneficiario in caso di decesso. Il premio dell'assicurazione sulla vita , non fa parte del patrimonio ereditario, di conseguenza non sono applicabili le norme relative alle quote di legittima e può essere destinato ad un'organizzazione non profit come Save the Children. L'assicurazione sulla vita è una forma estremamente interessante per la sua semplicità e per i vantaggi insiti che ne comporta. Infatti, i premi di volta in volta pagati sono ammessi quali oneri detraibili in occasione della propria dichiarazione dei redditi. L'indicazione del beneficiario nella polizza può essere cambiata in qualunque momento.

Trattamento di fine rapporto

Un lavoratore dipendente in assenza di coniuge, figli e parenti entro il terzo grado può disporre per testamento della propria indennità di preavviso e di fine rapporto a favore di persone, enti, associazioni o fondazioni.

Visualizza un esempio di testamento

Lavinia Della Croce
Responsabile Lasciti di Save the Children
tel. 06.48.07.00.97
e-mail: lavinia.dellacroce@savethechildren.org
 

Chiedi la guida

Le disposizioni testamentarie a favore di enti pubblici, fondazioni e associazioni legalmente riconosciute che abbiano come scopo esclusivo l'assistenza, lo studio, la ricerca scientifica, l'educazione, l'istruzione o altre finalità di pubblica utilità sono esenti da qualunque imposta e quindi il valore è ancora più grande perché netto al 100%.