Lavoriamo incessantemente per selezionare e sviluppare il talento, promuovere fiducia e trasparenza, valorizzare la diversità e l’impegno, sostenere il coinvolgimento e l’ambizione, per supportare al meglio la nostra missione e rendere Save the Children il posto migliore in cui lavorare.  

La crescita dello staff di Save the Children Italia prosegue anche nel corso del 2017 con un incremento del 12,4% rispetto al 2016. La composizione demografica continua a vedere una netta prevalenza di persone giovani con un elevato livello di istruzione. Si riduce lievemente il gap tra uomini e donne con un lieve incremento della popolazione maschile rispetto a quella femminile che si attesta al 71% del totale, con una presenza diffusa a tutti i livelli dell’Organizzazione e in tutte le Direzioni.

Luigi Costa, Learning, Development & People Engagement Manager 

“La prima cosa che mi ha colpito è stato il sorriso delle persone incontrate negli uffici e nei corridoi. Ho avvertito sin da subito un profondo senso di accoglienza e di inclusione e una naturale predisposizione al dialogo da parte di tutti. Con il trascorrere delle settimane ho maturato la convinzione che questa apertura agli altri, questa carica di energia e di entusiasmo, questa naturale spinta alla collaborazione, anche se in una realtà complessa ed in continua evoluzione, siano il frutto del profondo senso di attaccamento alla missione di Save the Children unita all’alta professionalità che contraddistingue le azioni di tutti noi.”
 

Il profilo del nostro personale

I membri dello staff di Save the Children sono volontari?

Parlando di organizzazioni non profit, spesso succede che ci si riferisca genericamente allo staff come “volontari”. Per Save the Children lo staff ed i volontari sono figure distinte e mai sovrapposte. Lo staff è composto da personale assunto per svolgere funzioni specifiche, selezionato in base al profilo professionale ricercato e retribuito nel rispetto del contratto collettivo di riferimento. I membri dello staff sono dipendenti di Save the Children e si contraddistinguono per un elevato livello di professionalizzazione con competenze specialistiche e conoscenze distintive.

I volontari non sono dipendenti dell’Organizzazione. Sono persone di ogni età, formazione e inquadramento professionale che decidono di dedicare parte del loro tempo libero a Save the Children. I volontari vengono selezionati e formati per contribuire ad iniziative di sensibilizzazione, mobilitazione, creazione di partnership sul territorio, raccolta fondi o supporto alle attività di progetto.

Il nostro successo come Organizzazione è il frutto della passione, della professionalità e della dedizione di tutte le persone dello staff e dei volontari che insieme rendono grande Save the Children.

Dal 2016 abbiamo adottato un nuovo modello di lavoro per supportare gli obiettivi dell’Organizzazione attraverso la supervisione e l’accompagnamento delle varie aree organizzative - con un referente Risorse Umane dedicato – nei processi di selezione, formazione, sviluppo e gestione.

Nel 2017 abbiamo incominciato a lavorare all’implementazione di un nuovo applicativo informatico per rispondere in modo semplice e tempestivo alle esigenze di gestione dei principali processi HR. Al contempo abbiamo iniziato a lavorare all’aggiornamento e alla revisione dei processi e delle procedure di gestione delle assenze, tra cui l’introduzione di una nuova modalità di esecuzione della prestazione lavorativa a distanza (Smart Working) che è stata lanciata nel mese di settembre 2017, con una nuova procedura ed un ciclo di incontri di formazione dedicati, e a cui aderisce il 65% staff.

Il dato sul personale è aggiornato al 31 dicembre 2017.