Christmas Jumper day: profumo di solidarietà ovunque

Christmas Jumper Day

Sono oltre 2600 le scuole che in tutta Italia hanno aderito al Christmas Jumper Day, l’evento di partecipazione di massa dedicato ai maglioni natalizi per sostenere i programmi rivolti ai bambini più vulnerabili in Italia e nel mondo. 


Tra queste anche tante iniziative promosse nelle scuole partner di Fuoriclasse in Movimento che hanno visto la partecipazione di studenti, insegnanti, genitori e personale ATA, uniti tutti insieme per promuovere il valore della solidarietà e l’importanza di fare squadra per raggiungere obiettivi comuni. Ci piace l’idea di dare voce ad alcune docenti che con questa testimonianza ci dimostrano che è possibile fare qualcosa di divertente per una causa seria.


L’obiettivo è invitare tutti i partecipanti a non prendersi troppo sul serio per un giorno e sfoggiare un maglione a tema natalizio da decorare lasciando spazio alla propria creatività e stravaganza per poi organizzare una festa per raccogliere fondi che doneranno un sorriso ai bambini.


“La solidarietà si fa e si riceve”, è stata questa la parola d’ordine che ha fatto da comun denominatore tra le varie iniziative: il mercatino con manufatti realizzati da genitori e bambini con materiali di riciclo (Istituto Comprensivo Caloprese, Scalea), la jumperizzazione di salvadanai, il mandala della solidarietà di panettoni, biscotti e frutta secca (Istituto Comprensivo Japigia 2-Torre a Mare, Bari), i laboratori sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Istituto Comprensivo Miraglia Sogliano, Napoli), il lavoro a classi aperte sui valori della pace, dove i ragazzi di etnia cinese si sono offerti di tradurre nella loro lingua madre i testi delle poesie e delle canzoni in modo da offrirne la piena comprensione a tutti, compagni e famiglie stranieri (Istituto Comprensivo San Camillo, Padova).


Le tantissime iniziative realizzate hanno rappresentato una preziosa occasione per riflettere sulla condizione dell’infanzia e dei bambini meno fortunati e, allo stesso tempo, un modo nuovo di incontrarsi per stare bene insieme, sperimentando una nuova forma di apprendimento che nasce dall’esperienza diretta. L’impegno e la cura nell’organizzare ogni singolo dettaglio, la valorizzazione del contributo e del ruolo di ciascuno ha formato gli studenti ai valori del dono e della condivisione nei confronti dei loro coetanei in un clima di gioia e festosa armonia. 


Un profumo di buono si è diffuso ovunque, ha oltrepassato le porte delle aule, i muri dei plessi e si è respirato nell’aria. Contagiare e lasciarsi contagiare dalla solidarietà vuol dire mettersi in gioco nel vero senso della parola per regalare un futuro migliore a tanti bambini. Promuovere competenze civiche, sociali e una mentalità democratica, a difesa delle pari opportunità da dare a tutti per raggiungere, nel rispetto delle differenze, una sostanziale uguaglianza culturale, sociale ed economica è possibile anche attraverso momenti ludici e di festa.


Viste dall’alto, le macchie di colore rosso create dai maglioncini indossati dai bambini nel Christmas Jumper Day erano come palle di un immenso albero di Natale grande quanto l’Italia. 


“A chi dona rose resta il profumo sulle mani” (proverbio cinese)

Per saperne di più sul Christmas Jumper Day visita il sito dedicato.