bambino yemen apparecchio orecchio

A causa del conflitto iniziato nel 2015, in Yemen siamo di fronte a una delle peggiori crisi umanitarie di sempre: il 66% della popolazione necessita di assistenza umanitaria. 7,4 milioni di bambine e bambini hanno urgente bisogno di aiuto, costretti a vivere sotto i bombardamenti, ogni giorno subiscono le peggiori conseguenze della guerra: mutilazioni, fame e malattie.
Tu puoi proteggerli , dona ora.

In Yemen la guerra ha distrutto l’economia locale riducendo alla fame la popolazione: 2,25 milioni di bambini sotto i 5 anni sono gravemente malnutriti. Il sistema sanitario, già indebolito dal protrarsi del conflitto, è stato devastato dall'impatto della pandemia Covid-19, lasciando migliaia di bambini e famiglie senza le cure mediche di cui hanno bisogno per sopravvivere. Ad aggravare ulteriolmente la situazione, negli ultimi cinque anni, più di 460 scuole sono state danneggiate in conflitti armati causando l'abbandono scolastico di 400.000 bambini.

Save the Children è presente in Yemen dall’inizio del conflitto. Distribuiamo cibo acqua potabile ai bambini e alle famiglie più vulnerabili, prestiamo soccorso a chi non riesce ad accedere ai pochi ospedali rimasti attivi e offriamo protezione e programmi di educazione per i più piccoli. Solamente con il tuo aiuto possiamo continuare. Tantissime bambine e bambini non possono più aspettare.  

Dona ora

Cosa sta accadendo in Yemen oggi?

Dopo sette anni di conflitto in Yemen, centinaia di migliaia di persone sono intrappolate tra conflitti e rivolte violente. A causa dei continui bombardamenti, le famiglie abbandonano le loro case. Bambini come Suhaib sono costretti a scappare per mettersi in salvo, riprendere a studiare e ricominciare a vivere. 

La situazione in Yemen è drammatica e molto complessa. Per le bambine e i bambini gli effetti di questa crisi continuano ad essere devastanti.

Non possiamo smettere di far sentire il loro grido d'aiuto. Resta aggiornato su quello che sta accadendo nel Paese, segui le ultime notizie dal campo.

Leggi le news