Terremoto Centro Italia

Nella notte del 24 agosto 2016 un violento terremoto ha colpito il Centro Italia provocando centinaia di vittime e sconvolgendo la vita di tantissime famiglie. Da allora migliaia di scosse si sono susseguite e molti Comuni come Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, hanno subito gravi danni.

Cosa stiamo facendo

La nostra squadra di emergenza, in collaborazione con la Protezione Civile della Regione Lazio, si è immediatamente attivata per definire gli interventi a favore dei bambini, come sempre i più vulnerabili nelle situazioni di emergenza.

La generosità dei nostri sostenitori - persone e aziende - ci ha permesso di raccogliere oltre 2 milioni di euro per portare soccorso immediato ai bambini e alle famiglie colpite e per restare al loro fianco nel lungo periodo, nell’altrettanto delicata seconda fase post terremoto.

In questo anno abbiamo favorito innanzitutto la resilienza dei più piccoli attraverso l’immediata apertura di 2 Spazi a Misura di Bambino, luoghi protetti di incontro, dove i nostri educatori e operatori specializzati hanno aiutato circa 100 bambini e ragazzi a rielaborare l'esperienza appena vissuta. 

In seguito, per facilitare il loro rientro a scuola, abbiamo fornito supporto psico-sociale sia agli alunni che agli insegnanti in modo da aiutarli a superare il trauma subito e a gestire eventuali situazioni critiche in classe. 

Inoltre per mantenere vivo il tessuto sociale, venuto improvvisamente a mancare, ci siamo concentrati sull’offerta di spazi aggregativi per permettere a bambini e adolescenti di svagarsi con attività ricreative. Per rispondere a questa esigenza abbiamo realizzato il Centro Giovani 2.0 dove i ragazzi hanno potuto partecipare a numerose attività ludico-artistiche e sportive, come ad esempio laboratori di musica o di pittura, corsi di inglese o di danza. Infine abbiamo organizzato un Campo Estivo per offrire ai più piccoli momenti di gioco e gite di gruppo come escursioni in montagna.

Pur non essendo uno dei nostri obiettivi primari, ci siamo occupati anche della realizzazione di opere strutturali come la fornitura e messa in opera di un modulo prefabbricato ad uso scuola nel comune di Corridonia che ha permesso a circa 80 bambini di proseguire l’attività scolastica, e la ristrutturazione della scuola per l’infanzia di Loro Piceno. Entrambi gli interventi hanno avuto un impatto immediato e rilevante sulla qualità della vita scolastica dei bambini beneficiari.

Ad oggi 1.861 persone, di cui oltre 1.300 bambini, hanno beneficiato direttamente dei nostri interventi.