370.000 Rohingya sfollati in Bangladesh. Molti sono bambini

Oltre 370.000 Rohingya si sono rifugiati in Bangladesh nelle ultime due settimane e mezza per fuggire all’escalation delle violenze nel nord dello stato di Rakhine in Myanmar iniziata lo scorso 25 agosto. Più della metà sarebbero bambini e, secondo le notizie, centinaia di persone, compresi i bambini, sarebbero state uccise. Chiediamo a tutta la comunità internazionale perché risponda pienamente all’appello di raccolta fondi di 77 milioni di dollari, necessari per portare aiuto ai Rohingya sfollati nel sud del Bangladesh.

Mentre le organizzazioni umanitarie e il Governo del Bangladesh stanno cercando di ampliare gli interventi di assistenza, la situazione nelle comunità e nei campi informali dove gli sfollati  stanno cercando rifugio, diventa ogni giorno più disperata. All’interno e nell’area di Cox’s Bazar, un distretto del Bangladesh al confine con il Myanmar, migliaia di famiglie Rohingya con i loro bambini sono costrette a dormire all’aperto o lungo le strade perché non sanno dove trovare riparo. Alcuni non hanno cibo a sufficienza o acqua potabile, e in questo stato di totale incertezza aumentano i rischi di abuso, sfruttamento o traffico dei bambini.

È di vitale importanza che la comunità internazionale finanzi interamente il piano di risposta umanitaria che prevede l’intervento delle Nazioni Unite e delle organizzazioni non governative internazionali per supportare con aiuti salvavita 300.000 persone fino alla fine dell’anno.

Leggi il comunicato