Alleviare lo stress di bambini e ragazzi: 4 esercizi da fare a casa e a scuola

ragazza con occhi chiusi mentre stringe una pallina rossa durante un esercizio per alleviare lo stress

La riapertura delle scuole, con il ritorno in presenza degli studenti e delle studentesse, rappresenta un avvenimento di grande importanza non solo sul piano didattico ed educativo, ma anche sotto il profilo psicosociale e relazionale di bambini, bambine e adolescenti. 

Quest’anno però il rientro a scuola è di nuovo un rientro a singhiozzi. I cambiamenti e le incertezze dovuti dalle restrizioni per il contenimento della diffusione del Covid-19 hanno alterato drammaticamente la condizione psicologica, emotiva e psicosociale di bambini, bambine, ragazze e ragazzi.

Sono tanti i giovani che sentono particolare stanchezza, apatia, irritabilità e preoccupazione. Si aggiungono inoltre la mancanza di relazioni sociali e la drastica diminuzione di contatto tra pari, la complessità della DaD e le numerose quarantene, che hanno generato un disagio profondo soprattutto tra i più giovani. 

Il ruolo degli adulti in supporto ai più giovani

Nonostante si stia attraversando un periodo di graduale ripartenza, siamo ancora lontani dal recupero di una certa “normalità”. È proprio in questo contesto che gli adulti di riferimento, come i genitori e gli insegnanti, possono trovare insieme, diverse modalità per tutelare e promuovere la salute ed il benessere dei più giovani e delle più giovani.  

Insieme a Enrica Pedrelli, Psicologa e Psicoterapeuta Funzionale, nonché esperta in psicologia delle emergenze, andiamo ad analizzare alcune esperienze utili che hanno l’obiettivo di aiutare bambini, bambine e adolescenti a lasciare andare la tensione e la fatica accumulata fino a quel momento e che quindi vivano un piccolo momento di alleggerimento e di benessere. 

4 esercizi psicocorporei per lasciare andare le tensioni

Di seguito 4 esercizi da fare a casa, oppure a scuola mantenendo le distanze, che hanno l’obiettivo di rilasciare le tensioni e alleviare lo stress. Sono esercizi pensati per i più piccoli e gli adolescenti ma sono utili anche agli adulti che vogliono ritagliarsi un momento distensivo.

  • Il massaggio ‘braccia’: un’esperienza che gli insegnanti possono proporre durante le ore di lezione, quando l’attenzione cala. Questa attività serve per alleggerire la tensione e la fatica accumulata fino a quel momento. Come possiamo immaginare è possibile replicarla anche a casa per fare una pausa dolce e all’insegna della cura verso di sé. L’attività consiste nell’effettuare con forza morbida un massaggio dalla spalla alla punta delle dita fino a far uscire la tensione dai polpastrelli. Guarda il video con la spiegazione.
  • Il massaggio collo-spalle: un’esperienza che gli insegnanti e i genitori possono proporre ai ragazzi/e e ai bambini/e, in un momento di passaggio da un’attività all’altra, in un momento in cui vogliamo alleggerire il clima, dopo un impegno e una fatica. Questa è una proposta che ha come obiettivo quello di aumentare la sensibilità e di allentare il controllo in modo piacevole. Perché nello studio è necessaria un’attenzione focale, ma alle volte quando arriva la fatica ci si ritrova in un controllo irrigidito e non più efficace. L’attività consiste in un automassaggio del collo e delle spalle in cui si applica una forza morbida, lasciando la testa a ciondoloni e si socchiudono gli occhi per liberare la mente dalla confusione e dai pensieri. Vai al video dell’attività.
  • “Occhi a spalancare”: un’esperienza che riguarda gli occhi e che ha l’obiettivo di esperire lo stupore, la meraviglia ma anche l’allentamento del controllo. Inspirando si aprono gli occhi, in una espressione di stupore, mentre, espirando si rilassano ritrovando la calma. L’attività guida ragazzi/e, e bambini/e ad una respirazione consapevole, che associa ad essa il movimento degli occhi, al fine di rilassare la muscolatura e i nervi messi sotto stress dallo sforzo provocato dall’uso assiduo di schermi, della concentrazione prolungata, della lettura, ma anche il proprio stato d’animo teso. Scopri come praticarla: il video.
  • “Contrarre e lasciare il corpo”: un’esperienza che permette di soffermare l’attenzione su tutto il corpo, dalla testa ai piedi. Un’attività che può esser svolta in qualsiasi momento del lavoro in classe o in DaD, lì dove si sente che c’è bisogno di una piccola pausa. Diventa un’occasione che diamo ai ragazzi/e, ai bambini/e di meglio lasciare le tensioni e quel senso di fatica nell’immobilità. L’attività consiste nel contrarre e porre forza in modo sequenziale su alcune macro aree della nostra muscolatura, come ad esempio bacino e pancia, e poi lasciare andare la tensione allentando e rilassando la muscolatura. Guarda la spiegazione video.

Tutti i benefici di queste attività

Queste proposte che vengono dalla Psicologia Funzionale rappresentano un importantissimo regolatore dei sistemi vitali e dunque del sistema nervoso in particolare. Imparare ad utilizzare il proprio corpo in modo consapevole è un obiettivo a portata di tutti, assolutamente gratuito e potenzialmente molto importante per l’efficacia che può avere sul proprio benessere, per ritrovare energia e serenità in un momento di forte stress.

Queste attività possono essere molto utili agli insegnanti - per introdurre delle brevi attività che hanno degli effetti importanti per il benessere in classe e che aiutino gli studenti e le studentesse a riequilibrarsi con semplici movimenti – oppure per gli adulti per ritagliarsi un momento di condivisione del benessere insieme ai propri figli e figlie. 

Continua ad approfondire l’argomento

All’interno della piattaforma l'Officina del Benessere puoi trovare risorse utili per il benessere psicofisico di bambini/ bambine e adolescenti.

Officina del benessere

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche