ePolicy nelle scuole, di cosa si tratta?

Stanza con tavoli di legno a cui sono seduti due ragazzi adolescenti al computer e ripresi di spalle. Indossano entrambi felpe di colore scuro.

Con l’introduzione dell’ePolicy nelle scuole, gli istituti hanno l’obiettivo di promuovere un uso consapevole delle nuove tecnologie tra i giovani studenti oltre che sviluppare le competenze digitali e prevenire i rischi della “vita online”. 

Internet e le tecnologie digitali fanno parte ormai della vita quotidiana, non solo scolastica, degli studenti e delle studentesse: uno scenario che richiede di dotarsi di strumenti per promuovere un uso positivo, ma anche per prevenire, riconoscere, rispondere e gestire eventuali situazioni problematiche. 

EPolicy, un documento programmatico


L’ePolicy è un documento programmatico autoprodotto dalla scuola volto a descrivere:

  • il proprio approccio alle tematiche legate alle competenze digitali, alla sicurezza online e ad un uso positivo delle tecnologie digitali nella didattica;
  • le norme comportamentali e le procedure per l’utilizzo delle Tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) in ambiente scolastico;
  • le misure per la prevenzione;
  • le misure per la rilevazione e gestione delle problematiche connesse ad un uso non consapevole delle tecnologie digitali.

Il percorso è rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado ed è disponibile sulla piattaforma Generazioni Connesse. Al termine, gli istituti vengono inseriti in una banca dati nazionale che raggruppa tutte le scuole che hanno ultimato con successo il percorso, ottenendo la certificazione di “Generazioni Connesse – Scuola Virtuosa”.

L’ ePolicy è uno strumento fondamentale per affrontare le sfide del mondo digitale perché permette di: 

  • riflettere sul proprio approccio alle tematiche legate alla sicurezza online e all’integrazione delle tecnologie digitali nella didattica, identificando, sulla base dei punti di forza e degli ambiti di miglioramento emersi nel percorso suggerito, le misure da adottare per raggiungere tale miglioramento; 
  • usufruire di strumenti e materiali per giungere alla realizzazione di progetti personalizzati che ogni Scuola arriverà ad elaborare tramite un percorso guidato (Piano di Azione); 
  • coinvolgere l’intera Comunità Scolastica

L’insieme degli strumenti proposti per la realizzazione del percorso vanno intesi, dunque, come una cassetta degli attrezzi, utili all’individuazione e alla soddisfazione dei bisogni che verranno messi a fuoco.

Un po’ di numeri

Nel corso delle ultime due edizioni del progetto Safer Internet Centre (SIC IV e SIC V), a partire dal mese di ottobre 2019 ad oggi, circa 3700 scuole hanno redatto e adottato il proprio documento di ePolicy.

I corsi di formazione online hanno ottenuto un grande successo e sono stati seguiti da 8890 docenti, 750 genitori, 4148 studenti.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche