Gaza e Israele: oltre 30 i bambini uccisi

Una bambina in piedi davanti a un cespuglio lo osserva, dietro di lei una ragazza in pedi tiene per mano un altra bambina

Si aggrava il bollettino delle vittime dell’escalation di violenza tra Gaza e Israele. Sono 119 i civili palestinesi uccisi, di cui 31 bambini, e 7 quelli israeliani, compresi 2 bambini.

Le strutture civili colpite


A causa dei bombardamenti su Gaza e Israele del Sud, 31 scuole e una struttura sanitaria sono state colpite a Gaza, una scuola è stata danneggiata dai razzi in Israele. Tutte le lezioni sono state interrotte con le violenze.

La popolazione e le infrastrutture civili devono essere protetti dagli attacchi, nel rispetto del diritto internazionale umanitario.

Tutte le parti devono porre fine immediatamente agli attacchi contro le scuole, e adottare misure per garantire che non vengano utilizzate per scopi militari ponendo gli studenti a grave rischio. Ogni scuola che viene danneggiata o distrutta è un grave colpo che priva i bambini della possibilità di sperimentare e costruire un futuro migliore di questo. 

La comunità internazionale deve fare ogni passo possibile e usare la sua influenza per fermare una situazione che è sull'orlo del baratro. Bisogna porre fine alla violenza e affrontare le cause che la determinano, perché non siano le vite e il futuro dei bambini ha pagare il prezzo di una mancata azione in questo senso. 

Per approfondire leggi il comunicato stampa.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche