Guerra in Yemen: dopo 6 anni i bambini continuano a morire

Un papà yemenita con turbante bianco in testa tiene in braccio le sue due bambine e le guarda. Entrambe hanno i capelli corti e neri, una guarda verso l alto e l altra verso la sua sorellina. Indossano magliette viola e rosa

La guerra in Yemen sta entrando nel suo sesto anniversario. Dall’inizio dell’escalation del conflitto nel Paese, i bambini continuano a pagare il prezzo più alto. Negli ultimi tre anni, in Yemen, tra le vittime civili 1 su 4 era un bambino: 2.341 minori (il 22,85% del totale) che hanno perso la vita tra il 2018 e il 2020 a causa di un conflitto che, il 25 marzo, compirà ben 6 anni.

Un conflitto mortale per i bambini

Il numero dei minori caduti nel conflitto è solo quello delle vittime confermate ma, verosimilmente, potrebbe essere molto più alto. I dati dimostrano che questa guerra sta diventando sempre più mortale per i bambini: nel 2018 i minori rappresentano una vittima su cinque tra i civili, nel 2019 e nel 2020 il rapporto è salito - appunto - a 1 su 4.

Quella che si sta consumando in Yemen è la più grave crisi umanitaria al mondo. 2 persone su 3 hanno urgente bisogno di aiuto per sopravvivere e i bambini continuano a morire a migliaia, oltre che per le bombe, per cause facilmente prevenibili. Attualmente, nel Paese, 11,3 milioni di bambine e bambini necessitano di assistenza umanitaria.

Questi bambini non possono più aspettare, c’è urgente bisogno del tuo aiuto.

Dona ora

Lo scenario è ulteriormente aggravato dalla carestia, peggiorata dai tagli agli aiuti recentemente annunciati, dalle restrizioni di lunga data all'accesso umanitario, al collasso economico, dagli attacchi alle infrastrutture civili come scuole e ospedali e ai combattimenti in corso nelle aree densamente popolate.

Ben 1,8 milioni di bambini sotto i 5 anni risultano attualmente malnutriti, tra i quali circa 400 mila affetti da gravi forme di malnutrizione. Inoltre, 2 milioni di bambini nel Paese sono tagliati fuori dalla scuola, privati del diritto fondamentale all’istruzione e ancora più esposti a gravi rischi riguardo alla loro protezione.

In questo momento in cui i bambini yemeniti avrebbero bisogno dell'aiuto e dell’attenzione del mondo, i livelli di finanziamento complessivi raggiungono attualmente meno della metà di quanto necessario. I fondi per il trattamento dei bambini colpiti dal conflitto da parte delle organizzazioni, infatti, si sono ridotti di oltre il 40% rispetto all'anno scorso.

Le trattative per la pace in Yemen

La comunità internazionale ha tentato, fin ad ora senza risultati, di portare le parti in conflitto al tavolo dei negoziati e attuare un cessate il fuoco, ma gli scontri proseguono e le conseguenze sui bambini continuano a essere devastanti. 

Nonostante la situazione disperata della popolazione, le parti in guerra si sono dimostrate indifferenti alla vita umana e non hanno risparmiato le infrastrutture civili. Il sistema sanitario è sul punto di collassare, con più della metà di tutte le strutture sanitarie chiuse o solo parzialmente funzionanti. Molti ospedali sono stati danneggiati da attacchi aerei o nel corso dei combattimenti a terra e c’è costante penuria di medicine essenziali e personale qualificato.

Cosa facciamo in Yemen

Attualmente siamo impegnati in Yemen per raggiungere i bambini più vulnerabili in tutto il Paese, attraverso interventi per garantire loro accesso a cibo adeguato, assistenza sanitaria, istruzione e protezione dalle violenze. Dall’inizio della crisi siamo riusciti a raggiungere più di 4 milioni di bambini, grazie al lavoro dei nostri operatori sul campo impegnati senza sosta per tutelare i loro diritti fondamentali.

Per approfondire leggi il comunicato stampa.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche