In Italia più di 26 mila scuole non sono a norma antisismica

L'Aquila dopo il terremoto. Foto di Riccardo Venturi L'Aquila dopo il terremoto del 6 aprile 2009. Foto di Riccardo Venturi

A 5 anni  dal terremoto che ha sconvolto l'Abruzzo, la situazione nella regione non è affatto migliorata, a L’Aquila 6.000 studenti sono ancora nei moduli scolastici provvisori e, nonostante il forte rischio sismico ed idrogeologico del nostro paese e i terremoti che lo  hanno colpito duramente negli anni scorsi, 1.872 comuni italiani - pari al 24% del totale - sono ancora sprovvisti dei cosiddetti piani di emergenza comunali, inoltre, sono  26.290 gli edifici scolatici non costruiti secondo la regolamentazione antisismica.

Abbiamo denunciato spesso questa situazione e nell'Atlante dell'infanzia a rischio del 2012 abbiamo voluto riportare la gravità della cosa in una delle nostre mappe. Ciò che  emerge, oltre all'inadeguatezza di troppe strutture, è il fatto che da alcune regioni ad alto rischio sismico, non pervengano informazioni e dati precisi sugli istituti. Due esempi fra tutti, la Calabria e  l'Umbria,  regioni di cui non si conosce il dato del 65 e del 56 per cento degli edifici scolastici.  

scuole antisismiche in italia