La nuova vita del villaggio Expo: una scuola in Libano

Da maggio a ottobre 2015, abbiamo partecipato a Expo, l'edizione dell'Esposizione Universale che si è tenuta a Milano e che ha avuto come tema principale "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita". Un tema in forte linea con il nostro impegno programmatico e di campaigning sul versante della nutrizione, in particolare del contrasto alla malnutrizione infantile

Il Villaggio Save the Children a Expo ha ospitato tantissimi visitatori che, grazie a installazioni interattive ed esperienze sensoriali, hanno avuto la possibilità di comprendere il devastante impatto della malnutrizione, ma anche le semplici soluzioni per contrastarla e contribuire a cambiare la vita di tanti bambini, con le loro madri.

Oggi il Villaggio continua a essere di aiuto ai bambini in una forma e in un luogo diversi: la struttura di legno e bamboo, che ricordava uno dei tanti villaggi nel mondo in operiamo quotidianamente, ha trovato nuova vita in Libano dove i materiali sono stati riutilizzati per costruire una scuola. È operativa da settembre e accoglie quotidianamente i bambini siriani rifugiati in un grande campo informale nel Paese.

A livello internazionale, Save the Children lavora in Libano dal 1953 per migliorare l'accesso all'educazione di bambini e adolescenti e per rafforzare la protezione dei minori nei contesti di famiglia, scuola e comunità. A partire dal 2013, l'intervento è cresciuto esponenzialmente per rispondere anche ai bisogni del grandissimo numero di famiglie siriane che si sono rifugiate nel Paese.

Di seguito una gallery con le foto della scuola