A scuola è tempo di gite e uscite didattiche!

Uscite e gite

Con la bella stagione fioriscono le gite, le uscite e le visite sul territorio che ogni anno vedono protagonisti numerosi studenti e docenti. Queste occasioni fanno parte a tutti gli effetti dei piani educativi e didattici e spesso rientrano nei P.T.O.F (Piani Triennali dell’Offerta Formativa) delle istituzioni scolastiche, che hanno completa autonomia nella loro programmazione e realizzazione.

Si tratta di importanti opportunità formative per gli studenti coinvolti, ottime possibilità di coinvolgimento e partecipazione attiva, di scoperta e valorizzazione dei territori e di sperimentazione di una didattica interdisciplinare ed esperienziale.

Una delle 15 azioni di cambiamento che le scuole aderenti a Fuoriclasse in Movimento possono realizzare (leggi qui il Manifesto e i Criteri di Adesione di Fuoriclasse in Movimento) si muove proprio in quest’ottica: “Promuovi la conoscenza e la valorizzazione del territorio organizzando uscite didattiche per ogni classe”.

Alla scuola si riconosce la sua importante funzione legata all’apprendimento e il suo ruolo nell’educare i ragazzi ad una cittadinanza attiva e partecipe.

La scuola è un luogo in cui si educa a crescere insieme, a confrontarsi con le diversità; un luogo in cui si impara a diventare cittadini che si scoprono parte di una stessa comunità. Ed è proprio per rafforzare questa importante funzione della scuola che le gite/uscite/visite giocano un ruolo fondamentale nel cammino di crescita e formazione dei ragazzi.

A scuola si impara a leggere il mondo, si imparano le regole del vivere condiviso che poi verranno agite e replicate dai ragazzi stessi al di fuori del contesto scolastico. In questa direzione, uscire e conoscere il proprio territorio non può che sostenere questo importante processo, volto a scoprirsi e riconoscersi parte attiva della propria comunità e della vita delle proprie città.

5 ragioni per cui gite e uscite sul territorio sono importanti:

Le Acli di Milano, Monza e Brianza, che lavorano insieme al programma Fuoriclasse nella città di Milano, ci suggeriscono alcune ragioni per cui gite e uscite sono strumenti privilegiati:

- differenziano le proposte didattiche, alternando momenti di attività dentro alla scuola a momenti di scoperta ed esplorazione del mondo circostante;

- danno la possibilità a bambini e ragazzi di uscire dal loro quartiere, conoscere nuovi territori e sentirsi parte di una città che, sempre più, vorremmo sentissero come propria;

- stimolano domande e riflessioni su argomenti nuovi e consentono di approfondire la conoscenza di realtà a loro sconosciute;

- aprono una finestra sul mondo dell’immaginazione, per immaginare nuovi territori, lavori, sistemi di comunicazione, modi di mettersi in relazione con gli altri ecc..

- rafforzano le dinamiche relazionali tra pari e con gli insegnanti, che in queste occasioni hanno la possibilità di conoscersi in un altro contesto, fuori dall’esperienza scolastica tradizionale.

Anche all’interno dei centri educativi del programma Fuoriclasse, soprattutto nel periodo estivo, sono soventi le uscite e le visite sul territorio. La programmazione di queste occasioni viene fatta a partire dai bisogni e, perché no, dai desideri dei ragazzi, magari a conclusione di cicli laboratoriali che vengono organizzati sui più svariati argomenti; così, un ciclo laboratoriale sui segreti della scienza e dello spazio può diventare pretesto e occasione per portare i ragazzi ad una mostra su questo tema, un’esposizione di razzi, Space Shuttle, Lunar Rover e manufatti provenienti dai programmi spaziali della NASA; un’opportunità preziosa per vivere, scoprire e affrontare in modo esperienziale gli argomenti che, attraverso lo studio, vengono trattati dai ragazzi stessi.

Allo stesso modo, le gite e le uscite rispondono a obiettivi didattici che il corpo docente individua e si prefigge di realizzare. Così, dietro all’organizzazione di queste esperienze si nasconde un percorso di individuazione e risposta a bisogni specifici, frutto del lavoro degli insegnanti e finalizzato ad offrire occasioni di apprendimento esperienziale uniche e speciali per gli studenti coinvolti.