Sgombero dei rifugiati a Roma: preoccupazione per i minori che abitavano nello stabile

Sgombero rifugiati a Roma: bambini esposti a violenza senza alcuna garanzia dei loro diritti elementari. 

Esprimiamo seria preoccupazione per la condizione attuale e per il futuro dei quasi 40 bambini che risultano aver abitato nello stabile fino al momento dello sgombero. A fronte di una condizione di emergenza abitativa che interessa da anni l’edificio di via Curtatone, divenuto residenza di centinaia di persone sotto gli occhi delle istituzioni, è mancata la programmazione di un intervento sociale e alloggiativo e la risposta di oggi è stata del tutto inadeguata, esponendo i minori e le loro famiglie a una grave situazione di conflitto.

La serenità di questi bambini e adolescenti è stata compromessa dagli avvenimenti in cui sono stati coinvolti: è importante prevedere per loro immediate forme di supporto, affinché possano affrontare e superare l’esperienza vissuta nel migliore dei modi.

Leggi il comunicato