Un SMS per supportare i bambini del Punto Luce Sanità di Napoli

Punto luce Sanità


Un numero sempre maggiore di bambini e di giovani in Italia vive ai margini della ricchezza. Sono infatti 1,2 milioni i bambini e gli adolescenti che vivono in povertà assoluta. Per capirne le ragioni dobbiamo prendere in considerazione la ricchezza delle famiglie. Un indicatore chiave del livello di benessere, perché genera a sua volta redditi e perché alla base della trasmissione intergenerazionale della povertà.


Ma non sono solo le condizioni economiche del nucleo familiare a pesare sul futuro dei più giovani. L’ambiente in cui vivono ha un enorme impatto nel condizionare le loro opportunità di crescita e di futuro. 

Dona tramite SMS al 45533


Pochi chilometri di distanza, tra una zona e l’altra, possono significare riscatto sociale o impossibilità di uscire dal circolo vizioso della povertà: la segregazione educativa allarga sempre di più la forbice delle disuguaglianze, in particolare nelle grandi città, dove vivono tantissimi bambini, ed è lì che bisogna intervenire con politiche coraggiose e risorse adeguate.


Un caso di esempio è quello della regione Campania nella quale il 32,3% degli adolescenti vive in condizioni di povertà relativa e dove nella città di Napoli le segregazione educativa allarga sempre di più la forbice delle diseguaglianze. 


Non sono solo differenze regionali quelle che emergono. All’interno di una stessa città vi sono differenze sostanziali, tra le quali l’acquisizione delle competenze scolastiche da parte dei minori segna un divario sconcertante.


A Napoli, i 15-52enni senza diploma di scuola secondaria di primo grado sono il 2% al Vomero (quartiere abbastanza centrale) e quasi il 20% a Scampia (quartiere periferico). Non solo, differenze sostanziali tra una zona e l’altra riguardano anche i ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studiano più, sono senza lavoro e non sono inseriti in alcun circuito di formazione. 

Dona tramite SMS al 45533


Se dotate di servizi, infrastrutture di mobilità, e opportunità educative e ricreative, le periferie così come le zone più svantaggiate delle città, potrebbero rappresentare una vera alternativa rispetto ai centri cittadini, con una qualità della vita superiore e nettamente più a misura d’uomo.


È questa una delle sfide dei nostri Punti Luce, gli spazi ad alta densità educativa che sorgono nei quartieri svantaggiati di 18 città italiane per offrire ai bambini e alle famiglie la possibilità di usufruire di vari servizi, dal sostegno allo studio alle consulenze pedagogiche.


Siamo presenti in particolare a Napoli con quattro Punti Luce, dove abbiamo raggiunto quasi 3.500 beneficiari dall’inizio delle attività. 


Uno dei nostri Punti Luce ha sede in un locale di circa 300 mq all’interno dello spazio della Chiesa di S. Vincenzo e Immacolata nel cuore del Rione Sanità, a Napoli. Il rione Sanità, facente parte del quartiere Stella, presenta il 27% dei giovani senza lavoro e che non sono inseriti in percorsi formativi ed educativi. Anche l’indice di vulnerabilità – che viene calcolato combinando sette indicatori elementari che descrivono livello di istruzione, strutture familiari, condizioni abitative, partecipazione al mercato del lavoro e condizioni economiche – (dove un numero inferiore a 97 indica una bassa vulnerabilità del territorio, tra 97 e 98 medio-basso, tra 98 e 99 medio, tra 99 e 103 medio-alto, oltre 103 alto) nel quartiere si attesta a 104,08.


Sanità è un rione abbastanza centrale dove però mancano le occasioni per i bambini e i giovani per fare attività extrascolastiche, privo di spazi per giocare e dove la conseguenza è la segregazione in casa o in strada, con il rischio di esser più vulnerabili a fenomeni di devianza.


Per questa ragioni, dal 2014 nel Punto Luce, i bambini e ragazzi tra i 6 e i 16 anni hanno l’opportunità di partecipare ad attività formative ed educative, come accompagnamento allo studio, laboratori artistici e musicali, gioco e attività motorie gratuitamente.


È possibile donare tramite SMS al 45533 per supportare il nostro Punto Luce e dare a sempre più bambini la possibilità di crescere in un contesto con più opportunità, formative ed educative così da aumentare le loro probabilità di successo in futuro!