Stop alla guerra sui bambini

bambina ferita con benda

Abbiamo registrato degli importanti passi positivi verso l’effettiva applicazione della legge, grazie alla recente decisione del governo di sospendere per 18 mesi l’esportazione di bombe da aereo e missili diretti verso l’Arabia Saudita. Siamo naturalmente felici di questo importante risultato ma non basta. 

È infatti necessario che il Governo fermi le esportazioni e le spedizioni di tutte le tipologie di armi non solo verso l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti ma nei confronti di tutta la Coalizione (composta da: Arabia Saudita, Emirati Arabi, Kuwait, Bahrein, Giordania, Senegal e Sudan) e verso ogni attore (statale o meno) che partecipa alle ostilità in corso in Yemen. 

Nell’anno del nostro centenario abbiamo così lanciato la petizione per chiedere lo stop dell’esportazione di tutte le armi italiane in Yemen. 

Da quel giorno abbiamo raccolto oltre 170.000 firme per tenere alta l’attenzione sul conflitto che dilania lo Yemen da oltre 4 anni.

Firma la petizione

Unisciti a noi nel chiedere che ai bambini che vivono in zone di guerra siano garantiti cibo, acqua, cure e protezione.

1 bambino su 5 oggi nel mondo vive in zone di guerra.

In questo momento milioni di bambini in Yemen stanno vivendo gli orrori della guerra: bombardati, mutilati, rimasti orfani e senza casa.

Le bombe usate dalla coalizione saudita per colpire la popolazione yemenita portano anche la firma italiana.

Scopri di più sulla campagna

“Stop alla guerra sui bambini” è la nuova campagna globale per dire basta alle sofferenze che milioni di bambini sono costretti a subire nei paesi in guerra.

  • Aula di scuola distrutta e bombardata

    Tutti giù per terra

    Cosa significa essere un bambino in un Paese in guerra? Nel mese dei nostri 100 anni abbiamo fatto un'evento immersivo per rivivere nei panni di un bambino una situazione di guerra. 

  • Ragazzi Tutto Mondo Contest

    Tutto Mondo Contest

    Scopri i vincitori di TuttoMondo Contest 2019, il concorso artistico con 5 categorie diverse. Il tema di quest'anno è stato quello della pace oltre la guerra.

  • Operatrice Save the Children aiuta una bambina fuori da una tenda

    I Progetti

    Il nostro staff è in prima linea per curare i bambini feriti, dando loro supporto emotivo e battendosi per i loro diritti. Qui alcuni dei progetti supportati.

  • bambina con indosso un maglioncino rosa tiene una bambola in braccio

    Il rapporto

    Il rapporto evidenzia le violazioni subite dai bambini in conflitto con le devstanti conseguenze sulla loro salute fisica e mentale. Milioni di bambini ogni giorno subiscono gravi violazioni dei loro diritti.