Youth Empowerment

Perché

La Bolivia ha una popolazione di poco più di 10 milioni di persone, di cui 3,1 milioni sono giovani di età compresa tra i 10 e i 24 anni. Nonostante la realtà sociale dei paesi dell’America Latina sia molto varia e con situazioni specifiche per ciascun paese, la povertà, il sistema educativo, la disoccupazione e la disuguaglianza sociale ne caratterizzano la grande maggioranza. I giovani boliviani hanno un accesso limitato a quei posti di lavoro con un salario adeguato alle loro esigenze a causa del basso livello di qualificazione che ricevono durante il loro percorso scolastico. Le minori opportunità di impiego si collegano, in seconda istanza, anche alla mancanza di sicurezza e protezione sociale, spingendo i giovani, nella maggior parte dei casi, a sfociare nella criminalità pur di trovare uno sbocco. In questo senso, diventa evidente la necessità di investimento sul capitale umano attraverso l’allargamento dell’offerta formativa riservata ai giovani, così come della qualità dell’insegnamento: la riduzione della povertà e l’accesso al mondo del lavoro ne sarebbero direttamente interessati. 

Che cosa
Il progetto Youth Empowerment promuove lo sviluppo socio-economico dei giovani e offre loro la possibilità di acquisire capacità e competenze tecnico-professionali fondamentali per poter accedere al mondo del lavoro. I punti fondamentali su cui si basa il programma sono infatti legati sia allo sviluppo personale, attraverso il quale i ragazzi ricevono il supporto per migliorare la consapevolezza di sé e la propria autostima, sia alla formazione professionale. Infatti, l’istruzione e la trasmissione dei mezzi più utili ed efficaci ad approcciare il mondo del lavoro avvengono tramite la strutturazione di specifiche capacità utili all’imprenditorialità, ad esempio. Questo funge da stimolo per il raggiungimento di un’autonomia economica da parte dei giovani formati grazie al raggiungimento di occupazioni dignitose e redditizie, aiutandoli anche a sapere come mobilitarsi in promozione dei propri diritti sia all’interno della singola comunità di provenienza che a livello nazionale.  

Attività principali e alcuni risultati raggiunti

  • 8.125 giovani hanno completato il primo modulo di formazione relativo al rafforzamento delle loro abilità di vita e fiducia in sé stessi.
  • 7.065 giovani hanno completato il secondo modulo riguardante la salute sessuale e riproduttiva basata sul rispetto e sull’autonomia nelle relazioni con l’obiettivo di prevenire anche alcune forme di violenza e le gravidanze precoci.
  • 60 educatori hanno ricevuto una formazione sulle pratiche educative più appropriate nello sviluppo delle capacità lavorative dei giovani.
  • 175 imprese sociali sono state selezionate, come frutto del lavoro di organizzazione ed implementazione da parte dei giovani, in seguito alla formazione di 1.322 di essi in abilità lavorative tecniche e sulle opportunità del business d’impresa. 
  • 1.571 genitori e membri delle comunità sono stati formati nell’ambito del programma School for Families che mette al centro del discorso formativo i genitori, spingendoli a cercare una comprensione più approfondita dei bisogni dei giovani, così come a promuovere un coinvolgimento di altri attori quali i servizi sociali.

*I dati qui pubblicati si riferiscono al periodo che va dall'inizio del progetto all'ultimo aggiornamento disponibile.