Crisi Umanitaria Rohingya

Aggiornamento ottobre 2021

Nell’agosto del 2017 più di 745mila Rohingya sono stati costretti a fuggire dalle loro case a causa delle persecuzioni e delle violenze. 400 mila erano bambini.  

Dal Myanmar, la comunità Rohingya ha trovato riparo a Cox’s Bazar in Bangladesh. Vivono in campi rifugiati sovraffollati, senza alcuna sicurezza ed in condizioni igienico-sanitarie al limite, in balia delle intemperie, in rifugi di tela e bamboo dove è alto il rischio di incendi. Per i bambini la situazione è drammatica, lottano ogni giorno per la sopravvivenza. Tantissimi sono rimasti soli, esposti al rischio di abusi, lavoro minorile, matrimoni precoci e tratta.  

Siamo presenti a Cox’s Bazar dal 2017 e abbiamo raggiunto oltre 1 milione di rifugiati Rohingya, di cui circa 600 mila bambini . Distribuiamo pacchi alimentari e ripari, ai bambini assicuriamo protezione, accesso all’istruzione e supporto psicologico alle vittime di violenza. Nei nostri centri di isolamento e trattamento COVID-19 forniamo un primo sostegno sanitario a chiunque ne abbia bisogno. 

Il nostro lavoro sul campo non si ferma, ma c’è bisogno anche del tuo aiuto. Garantisci insieme a noi a tanti bambini cibo, cure mediche e protezione.  

Dona ora

La situazione a Cox's Bazar

La vita nel campo è insostenibile, con incendi e allagamenti in aumento. Ascolta le parole del piccolo Banna, che vive lì da 4 anni.

Resta aggiornato sulla situazione delle bambine e bambini Rohingya.

Segui le ultime notizie dal campo.

Leggi le news