Coronavirus: stress, ansie e bisogno d’aiuto, una chat per mamme e papà

dettaglio delle mani di una mamma che tengono la mano del suo neonato

Diventare genitori è una fase delicata della vita che passa dal momento della gravidanza fino al momento del parto e dei primi due anni di vita delle bambine e dei bambini: i cosiddetti primi 1000 giorni.

L’attuale situazione di emergenza, dove l’isolamento forzato e il parziale ritorno al lavoro nonostante le scuole e i servizi per l’infanzia siano ancora chiusi, mette a dura prova genitori e neogenitori che si trovano, spesso isolati dalle reti di amici e parenti, ad affrontare nuove difficoltà.

 
Ansia, stress, solitudine e discontinuità nell’offerta di servizi pubblici, rendono faticoso l’arrivo di un neonato in famiglia e non facilitano di certo nemmeno le relazioni tra genitori e figli, costretti a una convivenza forzata. 


Una chat per l’informazione, l’orientamento e il supporto materiale e informativo per i genitori

Per aiutare mamme, papà e donne in gravidanza abbiamo messo a disposizione una help chat gratuita, online dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle 15:00 disponibile sul sito della Rete Zero-Sei dove basterà lasciare un primo messaggio nel box azzurro in basso a destra.


La chat, gestita dalle nostre operatrici, offrirà un servizio ad hoc per ogni esigenza:

  • Segnalazione di servizi e progetti, utili, ad esempio, per ricevere supporto materiale, consulenza legale o semplice aiuto per accedere ai diritti e alle tutele previsti dal governo per i genitori in questo particolare periodo (bonus bebè, congedi parentali etc.).
  • Supporto emotivo telefonico o in videochiamata per affrontare, ad esempio, situazioni di alto stress dovute alla situazione emergenziale, così come sintomatologie specifiche come ansia o depressione post-partum di cui le neomamme possono soffrire.
  • Messa in contatto con altri genitori al fine di creare una rete di supporto e non rimanere soli in questa emergenza.

Puoi accedere alla chat direttamente dal sito della Rete Zero-Sei, basterà il tuo nome, la città da dove scrivi e una mail per essere ricontattata/o.


Come funziona l’intervento


L’intervento segue 4 livelli di gestione che si basano sul tipo di supporto richiesto:

  • Soluzione in tempo reale: l’operatrice fornisce una risposta esaustiva a una domanda specifica; 
  • Soluzione in differita: l’operatrice effettua delle verifiche online o telefoniche sulle questioni poste dalla persona che scrive, e torna in un secondo tempo con la risposta puntuale alla questione posta;
  • Re indirizzamento al nostro gruppo Facebook di supporto genitoriale: l’operatrice raccoglie la richiesta di una persona che esprime la necessità di confrontarsi con altri genitori che stanno vivendo la sua stessa situazione, e le presenta la possibilità di iscriversi al gruppo Facebook gestito dalla nostra psicologa esperta di situazioni di emergenza per supportare i genitori in uno stato di ansia e stress;
  • Re indirizzamento ai nostri uffici centrali di supporto oppure ai nostri servizi e progetti territoriali: l’operatrice mette in contatto la persona con il progetto appropriato attivo sul territorio di riferimento della persona o su un territorio limitrofo oppure la mette in contatto con i nostri uffici centrali (come ad esempio: consulenza legale, protezione minori, help line per minori soli e a rischio sfruttamento, consulenze antiviolenza, ecc.)

Vai alla chat
 

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche