Fiocchi in Ospedale: un'esperienza di successo per migliaia di famiglie

Dal 2012, il progetto "Fiocchi in Ospedale" si rivolge alle mamme in attesa, le neomamme e le famiglie. È presente in 7 grandi ospedali italiani, per offrire sostegno ai neogenitori e garantire il benessere del bambino sin dai primi giorni di vita, intercettando precocemente possibili situazioni di disagio economico e sociale.

Più di 20.000 gli adulti e circa 12.500 i bambini, dal 2012 al 2016, hanno beneficiato del progetto: tra le famiglie che nel 2016 si sono rivolte al progetto, 3 su 4 lo hanno fatto per ottenere sostegno alla gravidanza e alla nascita, 1 su 2 per avere orientamento ai servizi e 2 su 5 per ricevere aiuto materiale. In 1 caso su 3 si tratta di donne e genitori che vivono una condizione di deprivazione economica o che hanno difficoltà nell’accudimento e nella cura del figlio, 1 famiglia su 5 possiede una scarsa conoscenza della lingua italiana, che ne ostacola la possibilità di accedere ai servizi per il sostegno alla gravidanza e alla nascita, mentre in 1 caso su 10 si riscontrano conflitti familiari.

Dall’esperienza del progetto Fiocchi in Ospedale, è nata la proposta della Rete Fiocchi in Ospedale, per unire e mettere in comunicazione capacità e competenze delle diverse realtà che lavorano con impegno in questo ambito.

Per condividere le attività della Rete Fiocchi in Ospedale con le figure professionali e le realtà territoriali coinvolte e allargare la rete ai soggetti interessati su tutto il territorio nazionale, in occasione del Seminario nazionale della Rete Fiocchi in Ospedale è stato presentato il nuovo portale.

Leggi il comunicato

Per rimanere informato su questo e altri temi iscriviti alla nostra newsletter.