Guerra in Ucraina: quasi 400 bambini uccisi o feriti e milioni senza casa

strada, neve, persone che si avvicinano a uno stand di save the children per ricevere degli aiuti

Sono dati probabilmente sottostimati, che sono quindi destinati a crescere. È una guerra ormai fuori controllo che toglie la vita a bambini e bambine; toglie loro la vita e il futuro anche a causa del numero crescente di attacchi a scuole e ospedali.

In Ucraina milioni di bambini senza una casa

Dall’escalation del conflitto, 7 settimane fa, sono quasi 2/3 dei 7,5 milioni di bambini e bambine in Ucraina ad essere fuggiti lasciando le loro case. I dati più recenti dati dalle Nazioni Unite stimano che 2,8 milioni di bambine e di bambini siano sfollati in Ucraina e gli altri 2 milioni che siano fuggiti dal loro Paese per mettersi in salvo.

Centinaia di bambini e bambine uccisi o feriti

In queste 7 settimane ci sono state segnalazioni di almeno 153 tra bambine e bambini uccisi, anche se si teme che il numero possa essere molto più alto. Si contano inoltre 246 bambini o bambine feriti o ferite, ed anche questo numero potrebbe essere maggiore.

È possibile per tutti e tutte sostenere e promuovere il sostegno al nostro intervento in questa crisi attraverso il Fondo Emergenze

Dona ora

Grazie per quello che potrai fare!

Tutti i bambini in Ucraina sono in pericolo imminente, anche a causa del numero crescente di ospedali e scuole che viene attaccato. Come abbiamo approfondito in un articolo precedente, una media di 22 scuole vengono attaccate ogni giorno.

Pericolo di essere uccisi, ma anche di soffrire la fame o la carenza di acqua e medicine. Come a Mariupol e in altre aree più duramente colpite dalla guerra.

“Ogni singola morte di un bambino è una di troppo. Questi numeri sono al di là della tragicità e sono destinati a crescere. Le famiglie rischiano la vita in cerca di sicurezza. Proprio la scorsa settimana, 39 persone, tra cui quattro bambini, sono state uccise alla stazione ferroviaria di Kramatorsk durante un'evacuazione. Al confine di Siret in Romania la scorsa settimana il nostro staff ha incontrato una famiglia di Mariupol, composta da un padre e cinque figli piccoli. I bambini erano rimasti scioccati dai proiettili e sono stati in uno scantinato per due settimane, al riparo dagli attacchi aerei. Questa guerra sta andando fuori controllo, lasciando i bambini con traumi a lungo termine che non possono essere sottovalutati” ha dichiarato Pete Walsh, Direttore di Save the Children Ucraina.

Siamo in Ucraina dal 2014: abbiamo fornito aiuti umanitari essenziali, sostegno per un accesso a un'istruzione sicura, inclusiva e di qualità e stiamo lavorando con scuole e centri comunitari per aiutare i bambini a superare gli impatti mentali e psicologici delle loro esperienze di conflitto e violenza.

Abbiamo anche un team attivo in Polonia, per il rintracciamento e ricongiungimento familiare per dei bambini e delle bambine soli e sole e per stabilire sistemi di protezione.

Siamo anche in Romania per aiutare i rifugiati che arrivano dall'Ucraina al confine e per fornire generi di prima necessità non alimentari e altri servizi di sensibilizzazione.

In Italia sosteniamo anche gli sforzi di ricollocazione, formiamo tutori legali temporanei che assistono i bambini durante le loro procedure di asilo e collaboriamo con le agenzie delle Nazioni Unite per garantire la protezione dei minori non accompagnati.

Per approfondire leggi il comunicato stampa.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche