L’importanza del contatto neonatale: scopriamo i benefici per genitori e bimbi

neonato con berrettino e tutina in braccio ad una donna

Il tatto, riflette la nostra capacità di percepire il mondo che ci circonda attraverso il tocco, è l’unico senso tra i cinque che non è possibile eliminare nella nostra vita quotidiana. Qualunque cosa facciamo, utilizziamo una parte del corpo che si confronta con tutto ciò che abbiamo intorno: se camminiamo la pianta dei nostri piedi tocca la terra; se dormiamo tutto il nostro corpo viene avvolto dalle coperte e dal materasso; se mangiamo tutti i sensi vengono attivati, tra cui anche il tatto.

L’importanza del con-tatto neonatale

Il contatto immediato con la mamma dopo il parto viene favorito per ridurre il livello di stress patito dal bambino successivamente alla nascita, la nascita è un evento molto stressante non solo per la mamma ma anche per il bambino. Inoltre nell’abbraccio della mamma il bambino può risentire il suono dei suoi battiti cardiaci, la sua voce e tutti quegli elementi che lo fanno sentire al sicuro, protetto, perché gli ricordano quando era nella pancia.

Il bambino, oltre ad avere bisogno del contatto pelle a pelle immediatamente dopo la nascita, ha la necessita di essere massaggiato e toccato anche dopo.

Il massaggio neonatale è una pratica fondamentale, un buon contatto epidermico durante lo sviluppo e la crescita aiuterà il bambino o la bambina a diventare un adulto sano ed equilibrato

I benefici del massaggio neonatale

Il massaggio neonatale stimola:

  • il funzionamento del sistema cardiocircolatorio.
  • il sistema immunitario,  promuove lo sviluppo cerebrale ed in particolare stimola la maturazione del sistema visivo.
  • si riducono le tensioni che normalmente si sviluppano nel corpo dei bambini; le quali possono derivare dalla stitichezza, dai dolori della crescita, dal processo in cui compaiono i primi dentini e dal gran lavoro fisico che compie il corpo per il gattonamento, lo strisciamento o la camminata.
  • stimola il sistema respiratorio, favorendo l’espulsione dalle vie respiratorie superiori dei muchi.
  • stimola la riduzione degli ormoni dello stress abbassando i livelli di cortisolo ed aumentando la produzione delle endorfine (ossitocina e prolattina). Le endorfine sono ormoni molto importanti perché aiutano il bambino a rilassarsi a dormire più facilmente, può rivelarsi un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia migliorandone la qualità del sonno.
  • stimola il sistema digerente, molto utile in caso di coliche.
  • stimola la comunicazione verbale e non verbale. La mamma durante il massaggio guarda e parla al suo bambino che risponde ai suoi messaggi corporei. Risponde al suo sguardo in un’armoniosa corrispondenza di amorosi sensi creando il modello dell’alternanza nell’interazione della comunicazione, il primo gradino della funzione sociale della comunicazione.

Inoltre è uno strumento fondamentale per i bambini e le bambine con disturbo del neuro sviluppo o con rischio di svilupparne.

Importante è la ricerca scientifica del progetto “Massaggio neonatale” realizzato dal team di ricercatori dell’IRCCS Fondazione Stella Maris, la Scuola Superiore Sant’Anna, le Neonatologie dell’AOU Meyer e dell’AOU Careggi, coordinata dal prof. Giovanni Cioni in cui se ne evidenziano i benefici.

Quali i benefici per mamme e papà?

  • una migliore conoscenza e comprensione del proprio bambino e dei segnali che egli invia.
  • miglioramento delle competenze genitoriali.
  • una maggiore autostima.
  • l’incontro e lo scambio con altri genitori e la consapevolezza di essere in grado di fare qualcosa di positivo per il proprio bambino.
  • Il massaggio è un mezzo per creare o incrementare il processo del bonding. Il Bonding è quel processo di interazione reciproca che si sviluppa tra il genitore (o chi si prende cura del bambino) e il figlio/a, che porta allo sviluppo e al consolidamento di un legame unico e irripetibile.

Il contatto d’amore consolida la relazione mamma/papà/caregiver. Le carezze, gli abbracci e le coccole portano al bambino una sensazione di benessere e di contenimento che nessun altro senso può dargli.

Un articolo scritto da M. Lucrezia Calefati - Pedagogista clinico ed esperta in interventi cognitivi comportamentali, operatrice della nascita del Melograno, specializzata nel metodo Brazelton.

Per saperne di più su salute, nutrizione ed educazione dei bambini e delle bambine da 0 a 6 anni: visita il sito della Rete0-6, leggi gli articoli e gli approfondimenti di esperte ed esperti.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche