La Costituzione spiegata ai bambini: percorsi su Costituzione e cittadinanza a scuola

bambino seduto su una sedia davanti a un banco di scuola mentre legge un libro che tiene di fronte al suo viso


La Costituzione Italiana contiene i principi fondamentali della vita civile del nostro Paese: come spiegano i bambini e le bambine di una classe quinta di una scuola aderente al nostro programma Fuoriclasse in Movimento, “Nella Costituzione si parla di diritti e di doveri che tutti gli italiani devono rispettare […] le regole sono importanti per il nostro bene e le troviamo a casa, a scuola, quando facciamo sport, a lavoro, al supermercato”. 

I bambini e le bambine fanno esperienza quotidiana dell’importanza dei diritti e dei doveri, sta agli insegnanti guidarli e farli riflettere. 

Come spiegare la Costituzione Italiana ai bambini

Con l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza, anche la Costituzione è entrata a pieno titolo come percorso da approfondire nelle scuole

Per educazione alla cittadinanza si intende non soltanto l’insegnamento e l’apprendimento di questioni relative alla cittadinanza in classe, ma anche le esperienze pratiche acquisite attraverso attività svolte in ambito scolastico e nella società nel suo complesso, volte a preparare gli studenti e le studentesse al loro ruolo di cittadini: è quindi assolutamente necessario fornire loro gli strumenti per vivere nel mondo reale e fare esperienza di cittadinanza attiva fin da piccoli. 

8 attività per parlare di Costituzione e cittadinanza a bambini e bambine

Ecco alcuni spunti operativi da utilizzare per portare i bambini e le bambine nel mondo della Costituzione e della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza che prevedono un taglio interdisciplinare, con l’aiuto di libri, attività creative e giochi.

  • La poesia: possiamo leggere insieme, analizzare e illustrare le poesie di Anna Sarfatti in “La Costituzione raccontata ai bambini”.
  • I testi: “La Costituzione è anche nostra”, di Luzzati, Onida e Piumini è un ottimo testo su cui iniziare le nostre riflessioni sulla Costituzione. 
  • Il gioco: possiamo realizzare un memory con i diversi articoli della costituzione. Questo gioco può diventare uno strumento da passare alle classi successive. A questo si può dunque creare insieme e aggiungere anche un piccolo manuale con le “istruzioni per l’uso”.
  • L’analisi del quotidiano: in piccolo e poi in grande gruppo possiamo analizzare insieme il nostro quotidiano individuando alcune regole della Costituzione e i motivi per cui sono importanti.
  • Giochi di ruolo: possiamo realizzare dei giochi di ruolo sulla diversità di vivere le regole partendo proprio dai diversi articoli della Costituzione.
  • La CRC: possiamo partire dalla Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza per conoscere insieme i diritti dei bambini e delle bambine. Possiamo iniziare con la Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza nella sua versione illustrata e semplificata. 
  • La nostra carta dei diritti e dei doveri: realizzare insieme una carta dei diritti e dei doveri degli studenti e delle studentesse, partendo da un discorso generale fino ad arrivare alla dimensione più piccola della propria scuola. 
  • Esperienze pratiche nella vita scolastica: portare i bambini e le bambine a riflettere sulla dimensione della cittadinanza attiva attraverso attività pratiche (incarichi di responsabilità, coinvolgimento nella ricerca di possibili soluzioni ad alcune criticità che insorgono durante la giornata scolastica, consultazione nelle decisioni scolastiche). 

La maggior parte di queste attività possono essere svolte anche a distanza: la partecipazione in primis va sempre promossa, stabilendo ad esempio patti d’aula in DAD, facendoli esercitare e vivere la cittadinanza nell’ambito della comunità scolastica. 

Il lavoro cooperativo, in piccoli e grandi gruppi, permettere a tutti di esprimersi ed imparare ad esercitare la condivisione, l’ascolto, il confronto costruttivo. È sicuramente utile proporre attività variegate in modo da dare a tutti la possibilità di esprimersi secondo le proprie attitudini (illustrazione, scrittura, drammatizzazione, musica…). 

La scoperta della Costituzione fin da piccoli è un seme che crescerà insieme a bambini e bambine e la scuola è un luogo privilegiato dove poter allenare diritti, doveri, partecipazione e cittadinanza attiva.

7 libri per spiegare la Costituzione Italiana 

Ecco anche alcuni libri per bambini e bambine per attivare percorsi sulla Costituzione:

  • Bozzi Riccardo, Zagnoli Olimpia, "Il mondo è tuo", edizioni Terre di Mezzo.
  • Fantino Elena, Crescere cittadini. "Percorsi di educazione alla cittadinanza", Giunti scuola.
  • Gandolfi Anna Maria, "I bambini e la Costituzione", Gaia edizioni.
  • Luzzati Emanuele, Onida Valerio, Piumini Roberto, "La Costituzione è anche nostra".
  • Piumini Roberto, "Lo zio diritto", Giunti.
  • Sarfatti Anna, "La Costituzione raccontata ai bambini", Mondadori.
  • Spinelli Jerry, Liao Jimmy, "Posso essere tutto", traduzione poetica di Bruno Tognolini, Edizioni Carmelozampa.

Il valore della scuola nell’insegnamento dei diritti

È proprio a scuola che bambini e bambine possono fare esperienza diretta dei diritti e dei doveri nei propri confronti e in quelli degli altri e di un ruolo di cittadinanza attiva. Questo può avvenire anche nel sistema delle responsabilità con gli incarichi da portare avanti quotidianamente in classe, nel coinvolgimento nelle decisioni che li riguardano, quando l’insegnante deve prendere alcune decisioni. 

Le scuole che aderiscono a Fuoriclasse in Movimento propongono inoltre alle loro studentesse e ai loro studenti il Consiglio Fuoriclasse, un percorso di partecipazione gestito da rappresentanze di docenti e studenti, volto a individuare soluzioni condivise e a concretizzare un’azione di cambiamento stabile nella scuola, che mira a favorire il protagonismo e la partecipazione degli studenti nella scuola.

Un contenuto scritto insieme a Sara Risi, docente supporter di Fuoriclasse in Movimento.

Per leggere tanti altri articoli con consigli educativi per genitori, insegnanti e studenti vai alla pagina dedicata.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche