Emergenza scuole a Tonga, tutte colpite dall’eruzione

Due bambine sedute a tavolino vicine scrivono su dei fogli bianchi

Nemmeno una sola scuola si è salvata dalla distruzione portata dall’eruzione vulcanica e lo tsunami che hanno colpito Tonga una settimana fa.

Gli sforzi della popolazione

Sulle principali isole di Tongatapu, Eua e Ha'apai, le comunità si sono attivate per rimuovere i 5 centimetri di sabbia e polvere vulcanica che hanno ricoperto case, strade e scuole. A guidare questi sforzi sono soprattutto genitori e insegnanti che si stanno impegnando per fare sì che la ripresa dell’anno scolastico, prevista per il 31 gennaio, possa avvenire in sicurezza.

Il materiale scolastico, inclusi i libri di testo e i quaderni, sono stati danneggiati e non sono più utilizzabili, insieme all’arredamento della classe. In una scuola, gli edifici sono stati gravemente danneggiati dall’impeto delle onde che hanno trascinato rocce dal mare e dalla strada. Tutti i nostri operatori a Tonga sono impegnati nel supporto a bambini, genitori e insegnanti perché si possa tornare a fare lezione la prossima settimana.

Come in tutte le situazioni di emergenza è molto importante che i ragazzi tornino a scuola per recuperare la normalità, attraverso lo studio ma anche per avere la possibilità di condividere il proprio vissuto e le loro emozioni come sopravvissuti allo tsunami. Stiamo fornendo materiale scolastico agli studenti più colpiti, specialmente quelli che si trovavano sulle isole più vicine al vulcano. Ci sono alcune aule che sono state completamente distrutte dallo tsunami, soprattutto quelle che si trovano in riva al mare. Si rischia il sovraffollamento delle classi agibili e la necessità di dover condividere il materiale scolastico.

Cosa stiamo facendo

Stiamo facendo arrivare a Tonga le forniture necessarie per sostenere la preparazione delle scuole per l'inizio del trimestre la prossima settimana, tra cui kit per le classi, lavagne, zainetti per i libri e kit per la ricreazione scolastica, ma anche tendoni, utilizzabili come aule temporanee. Il nostro staff locale sarà anche impegnato nella mitigazione del rischio Covid, e l’Organizzazione metterà in campo tutta la sua esperienza nel garantire l’istruzione in contesti di emergenza, oltre agli aiuti economici per sostenere i bambini e le famiglie di Tonga.

Per approfondire leggi il comunicato stampa.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche