Prevenire la polmonite per sconfiggere la mortalità infantile

Prevenire la polmonite

Ancora oggi la polmonite è la principale malattia infettiva a causare la morte nei bambini sotto i 5 anni, ne uccide 2400 al giorno, un dato che corrisponde al 16% di tutti i decessi infantili. Nonostante la situazione sia ancora molto grave, ci sono dei dati positivi. Nel 2013 i minori deceduti prima del quinto compleanno a causa della polmonite erano un milione, nel 2016 il numero si è ridotto a 878.829. Questa è la dimostrazione che, oltre a un adeguato trattamento dei bambini che già ne sono affetti, le operazioni d’intervento integrativo di protezione e prevenzione contribuiscono a ridurre il rischio di contrarre la malattia. Tuttavia c'è ancora molto da fare.

La polmonite può essere causata da diverse agenti come virus, batteri e funghi, che in alcune zone del mondo in conseguenza alle condizioni di estrema povertà in cui versa la popolazione diventano più facilmente trasmissibili e pericolosi. La malnutrizione, la mancanza di acqua e condizioni igenico-sanitarie appropriate, la pessima qualità dell’aria interna, oltre che esterna, e un inadeguato accesso alle cure mediche sono tutti fattori che concorrono ad indebolire il sistema immunitario.

Facciamo parte della Global Coalition Against Child Pneumonia, la partnership globale che lavora per mettere in atto l’Integrated Global Action Plan for the Prevention and Control of Pneumonia and Diarrhoea (GAPPD), il programma dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e Unicef che ha l’obiettivo di azzerare il numero delle morti prevenibili di polmonite e diarrea entro il 2025. 

Le azioni di prevenzione da seguire:

  • l’allattamento al seno nei primi sei mesi, capace di attivare rapidamente il sistema immunitario che rende i neonati tre volte più forti e in grado di sopravvivere alle condizioni avverse; 
  • un’alimentazione adeguata sia per le mamme sia per i bambini, poiché una madre malnutrita ha più possibilità di dare alla luce un bambino sotto peso
  • le vaccinazioni anti-pneumococco. Lo Streptococcus pneumoniae e l’Haemophilus influenzae tipo B sono le due principali cause di polmonite batterica, che possono essere facilmente prevenute attraverso vaccini combinati;
  • la cura della pulizia degli ambienti domestici, igiene personale (ad esempio lavaggio delle mani con il sapone) e l’accesso ad acqua potabile e servizi igienico-sanitario.
     

Nonostante il numero dei decessi infantili a causa della polmonite sia diminuito, sono ancora troppi i bambini a rischio ed è grazie a questi interventi che possiamo salvargli la vita.