Dietro queste storie c'è il tuo 5x1000

Ayan, Etiopia, tiene in braccio uno dei suoi sei figli

Agness, Shobba, Ayan: dietro questi nomi ci sono altrettante storie, storie che grazie al nostro lavoro abbiamo potuto cambiare e rendere migliori. Dietro queste storie ci sei anche tu e c’è il 5x1000 che i nostri sostenitori hanno deciso di devolverci per aiutarci a supportare migliaia di bambini in contesti di emergenza e lavorare per la loro salute, protezione, educazione.

Scopri le storie di chi abbiamo aiutato grazie anche a coloro che, nella propria dichiarazione dei redditi, hanno inserito la firma e il nostro codice fiscale 97227450158.

AYAN

In un’Etiopia colpita della siccità, Ayan e i suoi sei figli vivono in un campo sfollati.

“Prima della siccità stavamo bene”, ci racconta, “ma in poco tempo abbiamo perso tutto quello che avevamo e la maggior parte del nostro bestiame è morto di sete e stenti. L’unica opzione che ci è rimasta è stata di muoverci di villaggio in villaggio e aspettare le distribuzioni di cibo. Possiamo sopravvivere solo grazie agli aiuti.

Save the Children ci ha fornito molte cose: i materiali per far continuare a studiare i bambini, forniture mediche, alimenti e acqua”.

AGNESS

Agness, 26 anni, vive con i suoi figli nel distretto di Zomba, del Sud del Malawi, dove il Presidente ha dichiarato l’emergenza siccità. Ci racconta: “Negli ultimi cinque anni non abbiamo avuto coltivazioni normali e per questo non siamo più in grado di sfamare la nostra famiglia. La pioggia è arrivata troppo tardi, le coltivazioni di granturco erano ormai danneggiate, e non abbiamo quasi nulla da raccogliere. Quest'anno arriveremo forse a un quinto del raccolto normale”.

La famiglia di Agness è una delle molte famiglie del villaggio che hanno ricevuto da noi delle forniture alimentari, tra cui 50 sacchi di mais, 6 kg di piselli, 2 litri di olio da cucina.

“Questo ci terrà in vita per un po’. Senza l'aiuto di Save the Children, non avremmo abbastanza cibo per nutrire i bambini, e sarebbero gravemente malnutriti. Ora riusciamo a sopravvivere “dice Agness.

SHOBHA

Shobha, 13 anni, si è trasferita a Mumbai da una cittadina distante 80 km. Vive in uno slum e non può frequentare la scuola perché si deve occupare delle faccende domestiche. Suo padre lavora come operaio, sua madre è morta quando aveva solo sette mesi ed è figlia unica.

Ha smesso di andare a scuola dopo il trasferimento ma, per fortuna, lo staff del nostro Centro per l’Apprendimento ha identificato Shobha come una dei bambini che aveva abbandonato gli studi. Nonostante la diffidenza e le resistenze del padre, il nostro staff è riuscito a convincere la famiglia sull’importanza di dare alla ragazza delle buone basi scolastiche per costruirsi un futuro migliore.

Oggi Shobha frequenta la scuola ogni giorno e anche il padre sta capendo l’importanza di darle un’educazione. Tutta la famiglia è grata per il nostro intervento.

Tutto questo è stato possibile anche grazie ai fondi raccolti con il 5x1000: Nel 2018, grazie al contributo del 5 per mille degli anni 2015 e 2016, abbiamo potuto aiutare migliaia di bambini attraverso i nostri interventi di protezione, contrasto alla povertà, educazione, salute e nutrizione, partecipazione e diritti in 16 paesi, Italia compresa.

Anche quest’anno scegli di donare il tuo 5 per mille a Save the Children: codice fiscale 97227450158.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche

  • gruppo di bambini e bambini sorridenti

    La destinazione del tuo 5x1000 nel mondo

    Il tuo 5 per mille arriva in 16 Paesi del mondo, Italia compresa. Grazie ad esso possiamo raccontarti queste storie dove dietro c’è anche il contributo del 5x1000. Se sei ancora indeciso su come donare il tuo 5 per mille leggi l’articolo.
  • Modulo compilazione e firma 5x1000

    7 cose da sapere sul 5x1000

    Aggiornamento marzo 2019. Districarsi nel mondo del 5 per mille può non essere impresa facile: per questo abbiamo pensato di aiutarti con una breve guida nella quale troverai tutto quello che c’è da sapere su questa imposta.