Dietro queste storie c'è il tuo 5x1000

bambina italiana in primo piano che tiene sulla testa dei libri

Martina e Samia: dietro questi nomi ci sono altrettante storie, storie che grazie al nostro lavoro abbiamo potuto cambiare e rendere migliori. Dietro queste storie ci sei anche tu e c’è il 5x1000 che i nostri sostenitori hanno deciso di devolverci per aiutarci a supportare migliaia di bambini in contesti di emergenza e lavorare per la loro salute, protezione, educazione.

Scopri le storie di chi abbiamo aiutato grazie anche a coloro che, nella propria dichiarazione dei redditi, hanno inserito la firma e il nostro codice fiscale 97227450158.

LA STORIA DI MARTINA, Italia


Martina è la più piccola di 4 figli. Dopo che sua madre ha perso il lavoro, l’unico sostentamento per la sua famiglia proviene dal reddito del fratello maggiore. Nonostante la difficile situazione economica, la madre è sempre stata molto presente e attenta alle esigenze scolastiche dei figli. Tuttavia, a scuola Martina non aveva gli stessi testi o lo stesso materiale didattico dei suoi compagni. Per questo si sentiva in difetto, quasi inferiore a loro, seguiva le lezioni con scarso impegno, faceva numerose assenze e aveva spesso crisi di pianto durante le verifiche.
Inoltre alle elementari faceva danza classica, ma poi ha dovuto smettere per i problemi economici della famiglia. 


Fino al giorno in cui ha iniziato a frequentare il Punto Luce della sua città, e da subito si è impegnata molto nello spazio di accompagnamento allo studio. “Martina, è una ragazza sveglia e responsabile, ha un particolare interesse per le lingue ed è molto attenta alla cura di sé e agli altri. Per questo abbiamo deciso di premiare il suo impegno acquistando per lei i libri e il kit scolastico che le avrebbero permesso di andare a scuola sentendosi finalmente come tutti gli altri. L’abbiamo inoltre iscritta a un corso di danza classica per permetterle di avere più fiducia in sé stessa e nelle sue capacità di relazionarsi ai compagni”. Erica, una delle operatrici del Punto Luce.


Martina oggi ha più fiducia in sé stessa e negli altri: “Con gli operatori del Punto Luce si è creato un rapporto stupendo, non so davvero come ringraziarli per tutte le attività a cui ho potuto partecipare grazie a loro”. 


Ora, a causa dell’emergenza Coronavirus, la famiglia di Martina è ancora più in difficoltà, ma i nostri operatori sono sempre al suo fianco per assicurare a lei e alla sua famiglia accompagnamento allo studio, sostegno psicologico e materiale, attraverso la fornitura di beni essenziali come i pacchi alimentari.

La storia di Samia, Nepal
 


Samia ha 9 anni. È una bambina nepalese conosciuta durante una visita sul campo del nostro staff nel sud-est del Paese. 


Samia ha una sorellina più grande ed è parte di una famiglia molto numerosa. Si considera una bambina fortunata perché ha avuto la possibilità di avere in dono da noi i quaderni, l’astuccio e tutto il necessario per andare a scuola.


I genitori di Samia sono stati sensibilizzati dai nostri operatori sull’importanza che la scuola avrà per lei e per il suo futuro. La piccola sogna di diventare insegnante e di poter a sua volta cambiare la vita di altre bambine che non saranno costrette a sposarsi troppi giovani e potranno diventare adulte più consapevoli e semmai a loro volta aiutare la loro comunità.


La scuola del villaggio in cui vive Samia è una piccola struttura molto colorata, fatta di un pianoterra e di aule che affacciano tutte in un cortile, attorno ad una pompa per il pozzo. 
Qui i bambini hanno appreso l’importanza del lavarsi le mani e dell’igiene. Può sembrare scontato, ma in villaggi come questo non lo è per nulla: rivoli di acqua putrida mista a rifiuti costeggiano tutte le stradine in terra battuta e diventano il luogo dove i bambini saltano, giocano, cadono. In un attimo un bambino già debilitato o malnutrito prende infezioni che possono essere mortali, se non curate.


Quel che colpisce in questa scuola è l’atmosfera di spensieratezza e serenità, in totale contrasto con il caos della strada polverosa.
Samia ha compreso che dono enorme è poter aspirare ad avere un futuro migliore e poter apprendere. I bambini della scuola hanno in quello sguardo fiero tutto l’orgoglio di poter essere lì, si sentono fortunati: quegli occhi vivaci, pronti ad apprendere, confidano in un futuro diverso. Grati a Save the Children e ai donatori per il supporto, senza il quale non sarebbero lì, fiduciosi in un futuro migliore. 

Tutto questo è stato possibile anche grazie ai fondi raccolti con il 5x1000: Nel 2019, abbiamo potuto aiutare migliaia di bambini attraverso i nostri interventi di protezione, contrasto alla povertà, educazione, salute e nutrizione, partecipazione e diritti in 13 paesi, Italia compresa.

Anche quest’anno scegli di donare il tuo 5 per mille a Save the Children: codice fiscale 97227450158.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche