Afghanistan: i leader mondiali hanno la possibilità di salvare i bambini afghani

bimba molto piccola alla quale stanno misurando la conferenza del braccio per valutare lo stato nutrizionale

In Afghanistan sono 14 milioni i bambini e le bambine che ogni giorno lottano contro la fame, le malattie e lo sfruttamento mentre i donatori si incontrano per determinare il loro destino.

Solo quest’anno ci sono stati più di 18mila casi di morbillo e 142 tra bambini e bambine sono morti a causa di questa malattia facilmente prevenibile e curabile. 

I leader mondiali hanno la possibilità di salvarli

Dallo scorso agosto, quando i talebani hanno preso il potere, la povertà è drasticamente aumentata portando tra le tante conseguenze, 14 milioni tra bambine e bambini a soffrire la fame.

Bambini e bambine che perdono la vita a causa della mancanza di cibo e malattie: bambini e bambine che potrebbero essere salvati. 

I leader mondiali hanno la possibilità di farlo se, durante la conferenza virtuale dei donatori che avrà luogo domani, si impegneranno immediatamente per stanziare i fondi necessari per affrontare le cause della crisi economica in corso. 

In Afghanistan molti genitori sono costretti a fare scelte drastiche per sopravvivere, come ritirare i figli e le figlie da scuola e mandarli a lavorare, venderli e, nel caso delle femmine, farle sposare precocemente. L'annullamento della scorsa settimana da parte dei talebani della decisione di consentire alle ragazze di tornare a scuola mette ancora più le adolescenti a rischio di matrimonio precoce e nega loro il diritto all'istruzione.

Afghanistan: malattie in aumento

I nostri medici sul campo riferiscono che malattie come il morbillo stanno aumentando e uccidendo a causa del mancato accesso dei bambini e delle bambine a cure sanitarie adeguate e alle vaccinazioni di routine. Sono malattie facilmente prevenibili e curabili ma che ancora oggi, senza prevenzione e cure, tolgono la vita a troppi bambini. 

Non solo, la mancanza di cure e la povertà si estendono anche alle donne incinte: molte di loro sono costrette infatti a partorire in casa perché non possono permettersi le cure e il trasporto verso l’ospedale. 

Tutto questo mette in serio rischio sia le mamme che i loro bambini.

Le nostre richieste ai leader mondiali

Chiediamo con forza ai leader mondiali che parteciperanno alla conferenza virtuale di domani di raggiungere l'obiettivo di 4,4 miliardi di dollari necessari per alleviare la crisi umanitaria in Afghanistan. Solo il 13% circa dei fondi necessari sono stati stanziati finora.

“I donatori devono impegnarsi e sostenere generosamente il Piano di risposta umanitaria per il 2022 o i bambini continueranno a morire. La realtà è così semplice e tragica allo stesso tempo che deve far riflettere”, ha dichiarato il direttore di Save the Children per l’Afghanistan, Chris Nyamandi

“I nostri team non hanno mai visto nulla di simile alla devastazione e alla disperazione a cui stiamo attualmente assistendo. L'economia è crollata lasciando milioni di bambini completamente dipendenti dagli aiuti umanitari. Senza finanziamenti sufficienti per gli aiuti, i bambini continueranno a perdere la vita a causa di malattie prevenibili e malnutrizione”. continua Chris Nyamandi.

Il nostro intervento nel paese

Dal 1976 sosteniamo le comunità e proteggiamo i diritti delle bambine e dei bambini in tutto l'Afghanistan, anche durante i periodi di conflitto, di cambio di regime e di disastri naturali. 

Abbiamo programmi in 10 province e lavoriamo con partner in altre tre province. Dall'intensificarsi della crisi nell'agosto 2021, abbiamo ampliato la risposta per sostenere il numero crescente di bambini in necessità, con interventi volti a garantire salute, nutrizione, istruzione, protezione e a fornire ai bambini e alle loro famiglie un riparo, acqua, servizi igienico-sanitari, sicurezza alimentare e sostegno per il proprio sostentamento. Da settembre 2021 abbiamo raggiunto 1 milione di persone nel Paese.

Disponiamo inoltre di 70 team sanitari mobili che forniscono assistenza sanitaria vitale a bambini e adulti, comprese le cure per il morbillo, la malnutrizione e malattie mortali come diarrea e polmonite.

Per approfondire: leggi il comunicato stampa "Afghanistan: 14 milioni di bambini lottano contro la fame, le malattie e lo sfruttamento".

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche