La destinazione del tuo 5x1000 nel mondo

gruppo di bambini e bambini sorridenti

Dietro al tuo 5x1000 ci sono tante storie di bambini che, grazie a un piccolo aiuto, hanno visto ripartire il loro futuro.

AZIZULLAH, AFGHANISTAN


Azizullah vive in Afghanistan insieme ai suoi genitori e ai suoi fratelli, in un accampamento che condivide con moltissime altre persone. Fino all’età di 7 anni, il ragazzo non era mai andato a scuola, doveva aiutare la sua famiglia.

Dopo la morte del padre, ha dovuto abbandonare del tutto l’idea di andare a scuola per provvedere ai bisogni dei suoi fratelli. Prima di incontrare i nostri operatori lavorava in un mercato, portava carichi pesanti ed era circondato da gente violenta. Così decise di unirsi all’esercito afghano, ma proprio quando stava per entrare nel centro militare, è stato intercettato dai nostri operatori che l’hanno convinto a partecipare al vocational training per avere l’opportunità di fare altro nella vita.

Azizullah ha iniziato così a frequentare un programma per accrescere le sue soft skills e offrirgli la possibilità di imparare un mestiere, spezzando il circolo vizioso della povertà.

L’educazione è fondamentale per garantire un futuro migliore ai bambini e ai ragazzi e spezzare il circolo vizioso della povertà.

Grazie a questo corso ha studiato sartoria per sei mesi, e oggi ha le idee molto chiare: vuole aprire il proprio negozio, lavorare come sarto e supportare la sua famiglia con quello che riuscirà a guadagnare con questa professione. Alla fine del training Azizullah ha ricevuto anche alcuni strumenti e macchine da cucire affinché sia ancora più pronto ad affrontare questa nuova avventura nel campo della sartoria.


Non solo in Afghanistan, il tuo 5 per mille arriva in ben 13 Paesi del mondo, Italia compresa.

Elvin, Albania


Elvin è un bambino Rom, nato in Albania in una famiglia molto povera che viveva in una piccola tenda, senza acqua potabile né elettricità. La situazione era resa ancora più difficile a causa del padre alcolizzato e violento con la madre. Dopo la separazione dei genitori, all’età di 11 mesi il piccolo è stato affidato, insieme al fratellino di 2 anni, alle cure di un istituto di assistenza.

Gli unici bei ricordi di quel periodo, sono legati al tempo passato con suo fratello fino a quando quest’ultimo, all’età di 6 anni, è stato dato in adozione ed Elvin si è ritrovato totalmente solo


Questo periodo, estremamente difficile per un piccolo della sua età, è durato fino a quando il caso di Elvin è stato preso in cura dal nostro programma di protezione dell'infanzia, rivolto a bambini che non hanno genitori che si prendono cura di loro, o che vivono in istituto. Il programma ha l’obiettivo di garantire ai bambini la possibilità di reintegrarsi nella famiglia d’origine o in una nuova famiglia amorevole che possa fornire le cure adeguate necessarie per la loro crescita e il loro futuro.


Durante questo periodo, è emerso che il bambino era in ottimi rapporti con la famiglia di suo zio, il quale ha espresso grande interesse e disponibilità a prendersi cura di Elvin e offrirgli un alloggio sicuro e accogliente.


La famiglia di suo zio è stata sottoposta a screening per garantire che tutti i suoi membri fossero in grado di gestire le necessità affettive, educative e di sviluppo di Elvin. La sua nuova famiglia è stata aiutata ad affrontare le procedure amministrative e giudiziarie del caso, e ad accedere ai servizi pubblici sanitari e di protezione sociale. 


Dopo già sei mesi di vita nella sua nuova famiglia, Elvin è un ragazzo felice, sereno, gode di buona salute, e frequenta la scuola con buoni risultati ed evidenti progressi. Ama moltissimo la madre che adesso si prende cura di lui. "Adoro mia mamma che si prende cura di me e mi piace prendermi cura di lei", dice il ragazzo. 
Felice per la nuova vita del figlio e orgoglioso dei risultati scolastici, il padre ha smesso di usare l'alcool, con il serio proposito di lavorare e garantire a Elvin entrate sufficienti per sostenere la scuola, e avere un futuro migliore lontano dalla strada e dalla povertà.


Sono solo due delle tante storie a lieto fine rese possibili grazie all’aiuto di tutti i nostri sostenitori. Nel 2019 grazie ai fondi del 5x1000 abbiamo potuto aiutare migliaia di bambini attraverso i nostri interventi di protezione, contrasto alla povertà, educazione, salute e nutrizione, partecipazione e diritti in 13 paesi, Italia compresa.


Anche quest’anno scegli di donare il tuo 5 per mille a Save the Children: codice fiscale 97227450158.


Sei ancora indeciso? Leggi l’articolo 7 cosa da sapere sul 5x1000


Oppure Le ultime novità sul 5x1000 e la certificazione unica del 2019


Sapevi che puoi donare il tuo 5 per mille senza fare la dichiarazione dei redditi?

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche

  • 3 operatrici save the children Italia al fianco di un neonato sdraiato su un cuscino blu

    Sai che il tuo 5 per mille arriva anche in Italia?

    Grazie al contributo del 5x1000 dell'anno fiscale 2017 abbiamo potuto destinare fondi in progetti di educazione, salute e nutrizione, contrasto alla povertà e diritti in 13 Paesi compresa l’Italia. Scopri i progetti supportati nel nostro Paese.