La guerra in Yemen continua a fare vittime tra i bambini

Condanniamo l’attacco aereo condotto dalla coalizione a guida saudita nei pressi della capitale yemenita Sana’a, mentre era in corso un funerale. 

Almeno un bambino è stato ucciso, altri gravemente feriti o dispersi tra le macerie. 

Attacchi come questo vengono perpetrati ormai da due anni da tutte le parti in conflitto, senza che nessuno venga punito per queste azioni. A pagare il prezzo più alto della violenza in Yemen sono soprattutto i bambini e le loro famiglie.

Il conflitto in corso ha già provocato la morte di circa 1.500 bambini e in migliaia sono rimasti mutilati. Le bombe colpiscono le case, cadono sulle scuole e sugli ospedali. Si tratta di crimini imperdonabili.

Leggi il comunicato