Il nostro Bilancio premiato dall’Oscar Ferpi

Operatrice save the children di spalle distribuisce kit scolastici a bambini libanesi

La nostra Organizzazione è stata premiata con l’Oscar di Bilancio, un riconoscimento promosso da FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana) per sviluppare la cultura della trasparenza (il Bilancio 2019 è consultabile qui).

È il secondo dopo quello assegnato nel 2014 per le Organizzazioni non Erogative Non profit.
 

Le motivazioni del premio

Tra le motivazioni che hanno portato al conferimento di questo importante riconoscimento si menziona la distinzione “nell’utilizzo del framework degli obiettivi di sviluppo sostenibile / Agenda 2030 come chiave di lettura dei propri programmi, nonché come riferimento per guidare le attività di engagement dei giovani” e per la lodevole “presenza della valutazione di impatto, dove applica la Theory of Change, ancora relativamente poco utilizzata e diffusa presso gli Enti del Terzo Settore”.

Viene poi sottolineato come la nostra Organizzazione mostri “grande impegno nel rendere il Bilancio piacevole da leggere, con grafica accattivante e fruibile ad un ampio spettro di soggetti attraverso strumenti di comunicazione studiati ad hoc.”

“Siamo particolarmente orgogliosi per questo riconoscimento di trasparenza e responsabilità nel nostro lavoro e nella nostra missione dedicata interamente ai bambini,” ha dichiarato il Presidente Claudio Tesauro. “Quest’anno, infatti, gli effetti della pandemia in tutto il mondo ci hanno dimostrato che la piena collaborazione tra tutti è l’unica strada possibile per proteggere il nostro futuro, e in particolare quello dei bambini, e la collaborazione si può fondare solo sulla trasparenza e sulla fiducia reciproca.

La stessa fiducia che costruiamo ogni giorno con centinaia di migliaia di donatori e di aziende partner in Italia che rendono possibile il nostro lavoro qui e nel mondo, e di centinaia di partner territoriali e istituzionali con i quali collaboriamo per raggiungere e sostenere i bambini più vulnerabili. Per questo abbiamo scelto gli Obiettivi di sviluppo sostenibile e l’Agenda 2030 come chiave di lettura del nostro Bilancio, perché chiamano in causa tutti, governi, imprese, istituzioni, organizzazioni della società civile, singole persone, e il nostro bilancio ne fornisce una lettura concretissima, in relazione al benessere dei bambini e dei ragazzi e della possibilità reale per loro di costruirsi un futuro ricco di opportunità”. 

Per approfondire leggi il comunicato stampa.