Albania: 9 mila bambini hanno bisogno di supporto vitale

bambina di spalle di fronte a una tenda in accampamento di risposta al terremoto in Albania

Le scosse di terremoto continuano a colpire l’Albania dopo il terribile sisma di martedì scorso. Sale il numero delle vittime, tra cui almeno 4 bambini, mentre sarebbero 675 le persone ferite. Le operazioni di soccorso continuano e si prevede che, purtroppo, dalle macerie potranno emergere nuove vittime.

Un supporto vitale per i bambini che hanno perso tutto


Gli ospedali e le strutture sanitarie sono state ulteriormente danneggiate e fornire servizi medici è diventato ancora più complicato. In questo scenario drammatico 9000 bambini, insieme alle loro famiglie, hanno bisogno di un supporto vitale e un luogo sicuro in cui stare perché hanno perso la casa e tutti i loro averi.

Il nostro intervento

Il nostro staff sul campo sta lavorando a stretto contatto con il governo per una valutazione complessiva dei bisogni nelle quattro aree colpite, Durazzo, Tirana, Shijak e Fushe Kruje. In particolare, ci stiamo concentrando nella risposta immediata ai bisogni più impellenti dei minori e delle loro famiglie, mentre un team di psicologici è attualmente al fianco dei bambini all’interno delle scuole che sono state usate come rifugi nelle zone colpite.

Una testimonianza dall’Albania

“I bambini che hanno già vissuto sulla propria pelle lo shock del terremoto continuano ad essere esposti ad esperienze potenzialmente traumatizzanti ad ogni nuova scossa di assestamento ha affermato Anila Meco, nostra Direttrice in Albania - molti riescono a malapena a parlare e quando lo fanno dicono che sono molto spaventati e hanno paura che l'edificio in cui si trovano stia per crollare. Fa freddo e piove in Albania e le persone hanno bisogno urgentemente di tende, letti, coperte e kit igienici, oltre a ricevere supporto nonché di supporto psicologico".

Per approfondire leggi il comunicato stampa.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche