Coronavirus: niente panico, 6 consigli per adulti e bambini

due ragazzi in piedi si danno il cinque con la mano

Le continue e svariate notizie sul Coronavirus stanno esponendo tutti a moltissime informazioni, compresi i bambini e gli adolescenti. Non è la prima volta che un virus simile crea allerta a livello globale e il rischio è quello di cadere nelle fake news e di aumentare uno stato di panico incontrollato. 

Come proteggere noi e i bambini dalla sovraesposizione mediatica e come affrontare una situazione di paura in generale?


Abbiamo raccolto alcuni suggerimenti, molto simili a quelli messi a punto durante il post emergenza di un terremoto. La situazione risulta infatti simile, la paura è quella dell’ignoto e del futuro incerto.


6 suggerimenti per non farsi prendere dal panico

  • Evitare che i bambini stiano troppo davanti alla televisione e sui social media

Essere continuamente esposti a immagini delicate, così come a informazioni complesse, potrebbe causare nei più piccoli confusione che andrebbe a suscitare sensazioni di paura e smarrimento.

  • Ascoltare i bambini e dare loro spazio


Prima di fornire loro informazioni, è necessario cercare di capire qual è la percezione dell’evento e quali le loro domande in merito. È giusto iniziare a dialogare con loro per fornire delle spiegazioni chiare di quanto sta succedendo, in base anche alla loro età, lasciando che esprimano le proprie preoccupazioni.

  • Informarsi al meglio evitando le fake news


Questo vale per tutti: è fondamentale saper riconoscere le informazioni corrette dalle cosiddette fake news. Per farlo bisogna controllare sempre le fonti di informazione, che siano pertinenti e provengano da persone esperte a riguardo. Inoltre, non banale, è utile controllare la data e l’ora di pubblicazione così da avere informazioni sempre aggiornate.

  • Chiedere aiuto agli esperti in caso di dubbi


In questo caso il punto di riferimento può essere il medico di base, il quale può fornire informazioni sicure e rassicurare noi e i nostri figli. Ricordiamoci che i bambini possono essere turbati anche da immagini che hanno visto o discorsi che hanno sentito, il parere di un esperto li può tranquillizzare in caso di dubbi e paure.

  • Essere un modello


I bambini imparano dai grandi come gestire situazioni difficili. Occorre essere attenti ad esprimere le proprie emozioni di fronte ai bambini a seconda della loro età.

  • Rimanere concentrati sulla quotidianità e non saltare la scuola

Cercare di mantenere la quotidianità delle proprie giornate aiuta ad affrontare le paure dei più piccoli. Inoltre, salvo informazioni ultime, non tenere a casa i propri figli da scuola poiché aumenterebbe il senso di emergenza. Inoltre è stato dichiarato come questo virus, nonostante l’alto livello di trasmissibilità, è mortale in bassissima percentuale e nei casi di persone già affette da altre patologie.  

  • Mantenere le giuste pratiche igienico sanitarie


Secondo l’OMS, non solo nella particolarità di questo virus, per tenerci protetti il più possibile bisogna lavarsi le mani per almeno 20 secondi con acqua calda e sapone. In caso di mancanza di acqua si può ricorrere a disinfettanti liquidi. Inoltre in caso di tosse e starnuti è corretto posizionare l’incavo del gomito davanti alla bocca così da evitare di contaminare le mani. 

Per rimanere aggiornati è possibile consultare il sito del Ministero della Salute.

Emergenza Coronavirus Italia: scopri cosa abbiamo fatto fino ad ora con i fondi raccolti.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche