Disturbi del sonno dei bambini: 3 consigli per alleviare lo stress

mezzo busto di bimbo che dorme in un lettino con sopra delle coperte

La fatica ad addormentarsi nei bambini può derivare da uno stato di nervosismo, irritabilità e anche dalle paure che il Coronavirus porta con sé. 


L’addormentamento è una fase delicata e importantissima che permette ai bambini di lasciarsi andare verso la fase centrale del sonno. In questi giorni nei quali siamo costretti in casa è difficile sopperire alla mancanza di attività fisica e benessere mentale che può ad esempio portare una passeggiata all’esterno. Inoltre i ritmi quotidiani diversi e la convivenza in spazi anche piccoli rendono di cattivo umore ed è difficile per tutti dormire bene.

Abbiamo pensato ad alcuni consigli per i genitori per aiutarli a far prendere sonno facilmente ai propri figli.


Come far addormentare i bambini: 3 consigli

  • Un primo consiglio, che abbiamo detto tante volte, è quello di evitare l’esposizione a schermi di vario tipo – TV, tablet, smartphone – prima dell’addormentamento. La luce blu prodotta dagli schermi infatti influisce sul nostro ritmo circadiano tra sonno e veglia e può alterare quindi il sonno e rendere più faticoso l’addormentamento. Inoltre in questo momento la rete è piena di notizie riguardanti il Coronavirus, spesso sono notizie difficili da comprendere per un bambino e comunque tristi, è meglio evitare una lunga esposizione sempre ma soprattutto prima di andare a dormire.
  • Un secondo consiglio è quello di riprendere una routine il più possibile vicina alla normalità. Se lo abbiamo un po’ abbandonato, possiamo ricreare quei rituali che portano i bambini ad allentare un pochino il controllo e rilassarsi e quindi entrare nella fase centrale del sonno. Come ad esempio preparare un bagnetto caldo prima di andare a letto, lavare i denti e prepare il pigiama, accendere una lucina fioca in camera per farci compagnia o ancora, leggere una favola della buona notte.
  • Un terzo consiglio che vale soprattutto per i bimbi più piccoli è quello di fare loro dei massaggi con una mano calma e piena e che vada soprattutto in quelle parti del corpo che sono quelle della protezione; un massaggio alla schiena mentre il bambino si sta per addormentare mantenendo un ritmo sempre uguale e un po’ ipnotico lo può aiutare ad abbandonarsi e allentare completamente le tensioni.

Non dobbiamo dimenticare che è normale in questo periodo, sia per i bambini che per gli adulti, provare stress e sentirsi a disagio.

Con alcuni accorgimenti possiamo cercare di vivere il più serenamente possibile questa situazione.

Il video di Erika, la nostra psicologa


Se hai altre domande e/o hai bisogno di supporto psicologico per i tuoi figli iscriviti al nostro gruppo Facebook e scrivici direttamente in bacheca, la nostra psicologa dell’unità emergenza risponderà ai tuoi dubbi. 


Per saperne di più su come affrontare l’isolamento forzato leggi l’articolo: Coronavirus genitori e figli in quarantena: consigli di convivenza.
 

Attraverso il programma “Non da soli” stiamo distribuendo aiuti alle famiglie in condizioni di difficoltà economica e un supporto educativo e psicologico ai bambini e ragazzi più vulnerabili.

Se puoi, aiutaci anche tu con una donazione.

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche