Parliamo di depressione post partum e maternity blues

donna-maglione-bianco-tiene-in-braccio-neonato-tutina-rosa

Oggi, 7 aprile, è la Giornata Mondiale della Salute 2017 organizzata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Quest'anno il tema della giornata è la depressione, una malattia che può colpire chiunque e che può presentarsi con diverse sfaccettature. Lo slogan scelto dall'OMS per questa giornata è "Depressione: parliamone".

Abbiamo più volte affrontato e approfondito il tema, in particolare in merito alla depressione post post partum e al maternity blues.

DEPRESSIONE POST PARTUM

È piuttosto frequente sentir parlare di depressione post-partum, intesa, genericamente, come un disturbo che colpisce le mamme nelle settimane successive al momento del parto. Spesso ci si riferisce a questa condizione di disagio in termini vaghi, ponendola in correlazione con mutamenti del panorama ormonale che intervengono nel periodo successivo al termine di una gravidanza.

Le cause della depressione post-partum sono molteplici e coinvolgono fattori ormonali, fisici, psicologici, sociali e cognitivi. Alcuni fattori sono stati identificati, ad esempio, come particolarmente critici rispetto all’insorgere di una condizione di disagio, di confusione e di inadeguatezza della donna dopo il parto.

Scopri di più leggendo l'articolo


Qual è la differenza tra depressione post partum e maternity blues?

La depressione post partum è cosa diversa rispetto al fenomeno più lieve e più diffuso del cosiddetto “maternity blues”, cioè un atteggiamento malinconico nei confronti della propria nuova condizione, che tocca circa il 70% delle neo mamme, e, soprattutto, da forme più gravi e più rare di vera e propria psicosi post partum che hanno un’incidenza molto più limitata ed effetti molto più complessi e drammatici da gestire.

Il nostro progetto Fiocchi in Ospedale si occupa di sostenere neomamme e neopapà nei primi mesi di vita del bambino. In questa fase le famiglie rischiano infatti di vivere condizioni di fragilità che possono avere ricadute sui primi mesi di sviluppo del bambino. In particolare le mamme attraversano un periodo di numerosi cambiamenti, per questo abbiamo chiesto a due operatrici del progetto di parlarci più approfonditamente della depressione post partum e il maternity blues. 

Leggi la loro intervista sulle differenze tra queste due condizioni

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche