Coronavirus: distanti ma vicini il nostro lavoro in Italia continua

operatrice staff di save the children Italia al Punto Luce attività di didattica a distanza

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 attua misure restrittive su tutto il territorio Nazionale. Ci atteniamo di conseguenza a queste e da subito abbiamo adattato il nostro lavoro alle disposizioni del Governo.


È infatti necessario rispettare le indicazioni contenute nel D.P.C.M. al fine di ridurre l’avanzare del Coronavirus. Non solo per proteggere noi stessi ma anche i nostri cari, i soggetti più a rischio e tutte le persone che operano oggi per contrastare il virus.

Il nostro lavoro continua


Anche noi di Save the Children Italia che lavoriamo nelle sedi di Roma, Milano e Napoli, abbiamo implementato attività di lavoro agile per permetterci di lavorare da casa, così da proteggere noi stessi e gli altri, ma soprattutto per poter continuare a portare avanti la nostra missione, in Italia e nel mondo.

Attraverso il programma “Non da soli” stiamo distribuendo aiuti alle famiglie in condizioni di difficoltà economica e un supporto educativo e psicologico ai bambini e ragazzi più vulnerabili.

Se puoi, aiutaci anche tu con una donazione.

Gli operatori sul campo: strumenti di didattica a distanza


Così pure gli operatori che lavorano sul campo, come i partner che lavorano nei progetti, hanno attuato modalità di didattica digitale per poter stare al fianco di tutti i bambini e delle loro famiglie che normalmente si recano nei nostri progetti sul territorio italiano.


Ad esempio i nostri operatori e lo staff dei partner che operano nei nostri Punti Luce (25 Spazi in tutta Italia dove facciamo attività ludico-educative per moltissimi bambini), attraverso video che inviano a famiglie e ragazzi mettono a disposizione vari tutorial: come corsi di chitarra, laboratori di lettura, esercizi motori da fare in casa e molti altri.
Puoi trovarli tutti raggruppati in una playlist su YouTube in continuo aggiornamento dal titolo #Distantimavicini - emergenza Coronavirus.

Altri stanno comunicando con i ragazzi via Facebook per farsi compagnia o per fare i compiti insieme ai ragazzi, come ad esempio l'Associazione Zen Insieme, partner implementatore nel Punto Luce Zen 2 a Palermo, e il Punto Luce di Barra a Napoli,  gestito in collaborazione alla cooperativa sociale il Tappeto di Iqbal; o tramite Youtube come l'associazione Vides Mein del Punto Luce di Torino.


Un grazie va proprio a loro che reinventandosi ogni giorno continuano a stare al fianco dei bambini. Operatori di Save the Children Italia e delle cooperative come: la Cooperativa Antropos, attiva nel Punto Luce di Torre Maura a Roma, l'associazione Coordinamento Genitori Democratici di Napoli che opera nel Punto Luce di ChiaianoAppStart Onlus che continua a distanza le attività del Punto Luce di Potenza, la cooperativa Santi Pietro e Paolo che opera a Roma nel Punto Luce di Ponte di Nona a Roma, l'associazione Gianfrancesco Serio che offre attività a distanza al Punto Luce di Scalea, e tutti gli altri Punti Luce, che si sono attivati in questa situazione.

Il nostro supporto a mamme e papà non si ferma

Continuiamo inoltre a supportare i genitori, coloro che lo sono da poco o chi lo sta per diventare. 
Grazie al lavoro instancabile e fortemente creativo dei nostri partner e degli operatori degli Spazi Mamme e di Fiocchi in Ospedale stiamo accompagnando mamme e papà in questi giorni delicati: abbiamo elaborato proposte di attività e laboratori da realizzare a casa per trasformare questo tempo di attesa e di allontanamento dalla scuola in un tempo di qualità; garantiamo un supporto telefonico costante; interveniamo nel caso di situazioni di criticità per aiutare le famiglie più fragili.

È possibile seguirli per ricevere informazioni direttamente sui loro canali YouTube o nelle pagine Facebook. Come APS Mitades associazione attiva nel nostro Spazio Mamme a Milano che nella sua pagina condivide giochi da fare con i bambini e esercizi per grandi e piccini. Oppure Ass. Pianoterra ONLUS, che opera con noi nello Spazio Mamme di Napoli che sta condividendo tanti tutorial culinari per mangiare sano a casa. Anche Orsa Maggiore, la cooperativa con cui realizziamo le attività allo Spazio Mamme di Napoli Soccavo, si fa portavoce di informazioni sul Coronavirus per genitori e bambini. Lo Spazio Mamme di Roma, dove collaboriamo con la Cooperativa Antropos, presenta una fitta agenda di incontri a distanza per continuare a stare al fianco delle persone che lo seguono. A Brindisi, insieme alla Coop. SS. Pietro e Paolo Patroni di Roma, continuano le attività a distanza per rimanere vicini il più possibile. A Bari, con A.P.S. Mama Happy, lo Spazio Mamme, è attivo dal punto di vista informativo con contenuti riguardo al Coronavirus per genitori e donne in gravidanza.

E ancora, i nostri sportelli legali hanno messo a disposizione dei minori e delle loro famiglie un servizio di orientamento legale online, sul sito Diritti ai Margini.

Coronavirus: i nostri consigli

In questi giorni in cui il tema del Coronavirus è al centro delle cronache, bambini e ragazzi rischiano di essere sovraesposti a informazioni che possono diventare per loro fonte di stress. Per dare loro il necessario supporto, sulla base dell’esperienza maturata negli anni nella protezione dei minori in contesti di emergenza, abbiamo creato alcuni video e li abbiamo riuniti in una playlist YouTube dal titolo: Coronavirus: i nostri consigli.


È in particolare per i bambini e ragazzi che vivono nelle condizioni di maggior fragilità socio economica che abbiamo avviato, a fronte della crisi in atto e per partecipare allo sforzo collettivo del Paese, un programma straordinario di intervento “Non da soli”, per rispondere alla crisi dal punto di vista dei bambini, con interventi mirati a contrastare la povertà educativa, sostenere la genitorialità e promuovere la didattica a distanza. 

Guarda il video di lancio del progetto

Con "Non da soli" ci siamo attivati da subito in questa emergenza per non lasciare nessun bambino indietro.


Il progetto prevede, tra l’altro, la distribuzione alle famiglie dei bambini e ai ragazzi che vivono nelle condizioni più difficili di dispositivi elettronici e delle connessioni indispensabili per proseguire il loro percorso educativo, di materiale per il gioco e lo studio, attività educative e di sostegno allo studio a distanza, realizzazione di webinar per i docenti, sostegno ai genitori e alle figure familiari di riferimento oltre che, naturalmente, azioni informative sui comportamenti da tenere per la prevenzione sanitaria.


Tutte le nostre equipe educative e delle associazioni partner sul territorio – dai “Punti Luce”, alle scuole Fuoriclasse - sono operative, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie, per garantire un sostegno continuativo a tutti i bambini e alle loro famiglie, anche attraverso le opportunità offerte dalle reti digitali. 


Insieme possiamo superare tutto questo #distantimavicini.

Aggiornamento: da inizio progetto abbiamo raggiunto già 20 mila persone.

Nessun bambino deve restare indietro a causa dell’emergenza Coronavirus: aiutaci a non lasciarli soli!

Dona ora

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche