Il 2020 attraverso i nostri articoli più letti

due bambine leggono insieme un libro. Una con i capelli castano scuro raccolti e l'altra con i capelli castano chiaro sciolti.

Quest’anno è stato senza dubbio un anno che ci ha messo tutti a dura prova. La pandemia da Covid-19 ci ha stravolti tutti e da un mese all’altro ci siamo ritrovati ad affrontare un modo di vivere diverso, spesso caratterizzato dalle privazioni.


Se da un lato possiamo guardare a questo anno come uno dei più sfidanti che molti di noi abbiano mai affrontato, dall’altro possiamo provare a raccontare i traguardi raggiunti di fronte alle innumerevoli sfide che hanno caratterizzato questi 12 mesi.


Quello che noi abbiamo fatto è stato rimanere sempre "Distanti ma vicini" così come abbiamo deciso di fare attraverso la prima campagna lanciata in questo 2020 "Non da Soli" a sostegno dei bambini, delle bambine, degli adolescenti e delle loro famiglie più colpite dall’emergenza Coronavirus in Italia.


Abbiamo fornito supporto materiale, psicologico e molto altro; soprattutto però siamo sempre stati in prima linea per mitigare il più possibile gli effetti della pandemia sul presente e sul futuro dei bambini in Italia. 


Un modo tra tutti per stare vicini a chi avesse bisogno è stato quello di coordinarci insieme al nostro team di supporto psicosociale in emergenza per fornire informazioni utili sulle tematiche legate al Coronavirus:

  • Travolti da questa ondata, pieni di domande e dubbi, abbiamo racchiuso in un articolo e un video, notizie e informazioni importanti per spiegare il Coronavirus ai bambini e perché no, per fare chiarezza anche tra gli adulti.

Torniamo ora a marzo 2020 e all’incredibile impatto che le restrizioni hanno portato sulla vita degli studenti di tutta Italia. Con l’aiuto della nostra unità scuola, degli insegnanti supporter di Fuoriclasse in movimento, dell’Unità che si occupa della tutela dei minori e di tutti gli operatori e le realtà partner del progetto Futuro Prossimo, abbiamo provato a stare vicini ai docenti, agli alunni e ai genitori che da un giorno all’altro hanno dovuto approcciarsi alla Didattica a Distanza. 

  • Abbiamo raccolto tanti contenuti per migliorare l’approccio con il digitale, tra questi un articolo che racchiude in sé molte piattaforme digitali per incentivare la lettura dei ragazzi e delle ragazze.
  • In un’ulteriore articolo abbiamo riunito alcuni strumenti utili per la Didattica a Distanza, consigli che abbiamo raccolto direttamente da chi li stava usando e sperimentando in questo periodo.
  • Tante le testimonianze che ci arrivavano e arrivano ancora direttamente dal campo. Una tra tutte, che a rileggerla ora ci emoziona ancora molto, è quella di un dirigente scolastico di una scuola del Veneto tra le prime colpite duramente dal virus.
  • In questo contesto dove l’utilizzo del web ha avuto un aumento esponenziale abbiamo raccolto alcuni suggerimenti per proteggere i nostri figli dalle possibili insidie della rete (come il sexting e l’adescamento online) e permettere così loro di usufruirne con la maggiore tranquillità possibile.

Ed ora passiamo all’oggi dove questi articoli precedenti possono ancora essere letti per trovare spunti, idee e suggerimenti per tutti. Oltre questi ci sono anche i contributi che abbiamo raccolto grazie ai nostri colleghi e operatori sul campo che si occupano della salute dei bambini e delle famiglie in Italia con una particolare attenzione alla fascia 0-6 anni. Da loro abbiamo ricevuto tanti articoli, tra questi:

Il Coronavirus ha colpito tutto il mondo. Per la prima volta nella storia stiamo assistendo a una pandemia che non ha escluso nessuno. Per questo non ci siamo fermati con i nostri interventi. Ecco che da “Non da soli”, la prima campagna di questo 2020, abbiamo a seguito lanciato la campagna "Riscriviamo il futuro" con la quale abbiamo:

  • portato avanti attività estive gratuite in Centri educativi e Punti Luce; 
  • supportato le scuole per la didattica a distanza, l'accompagnamento allo studio e attività laboratoriali a distanza durante il periodo di lockdown, distribuito tablet e connessioni;
  • lavorato per contrastare la povertà educativa e la dispersione scolastica;
  • fornito supporto materiale alle famiglie vulnerabili, consegnato voucher per l’acquisto di beni di prima necessità e distribuito kit didattici;
  • supportato l'apprendimento della lingua italiana a distanza, continuato il servizio legale e il supporto psicologico per i Minori Stranieri Non Accompagnati durante e dopo il periodo di lockdown;
  • fornito supporto psicosociale per le famiglie e per i minori.

Non ci siamo fermati, nemmeno ai confini nazionali, lavoriamo infatti in 54 Paesi, e per questo è nata l’ultima campagna "Proteggiamo i bambini" che, attraverso i fondi raccolti, supporterà programmi in Italia, Mozambico, Uganda ed Etiopia.

I bambini sono stati quest’anno le vittime silenziose della pandemia che ha stravolto completamente le loro vite. In una video-lettera al futuro salutiamo il nuovo anno con la speranza e la resilienza dei più piccoli.

La lettera dei bambini al futuro


Tutto ciò è stato possibile grazie a tutti coloro che ci hanno supportato e che in questo momento difficile hanno deciso di stare al fianco dei bambini e delle bambine, in Italia e nel mondo. 
 

Guarda tutti i video più belli che abbiamo raccolto nel 2020!

Chi ha letto questo articolo ha visitato anche